Ominide 4472 punti

Morfologia esterna dell'intestino crasso


L'intestino crasso presenta una serie di gibbosità di muscolatura liscia circolare separate da scissure dette solchi semilunari (estesi da una tenia all’altra). Sono inoltre presenti delle strie di muscolatura liscia longitudinale, le tenie, che sono 3 dal cieco al colon discendente e 2 nel sigma (mentre nel tenue, così come nell’esofago e nel retto sono distribuite in tutta la loro estensione e in tutto il perimetro una tonaca circolare e una longitudinale, motivo per cui sono più resistenti alla pressione endoluminale).
L’aumento della pressione endoluminale è spesso determinato dal trattenimento delle feci che può causare la formazione di diverticoli nella parte sinistra dell’intestino crasso (soprattutto nel sigma) con alto rischio di perforazione.
Queste, avendo un’estensione in lunghezza minore dello stesso intestino crasso, ne determinano una compressione a fisarmonica.
A livello del colon ascendente le tenie sono una anteriore, una postero-laterale e una postero-mediale; a livello del cieco invece una anteriore, una posteriore e una mediale. A livello del colon trasverso la anteriore diventa inferiore, la postero-laterale diventa posterosuperiore e la postero-mediale diventa posteroinfeirore in seguito alla rotazione e flessione in basso e in avanti del colon.
A livello del colon discendente tornano ad avere una disposizione analoga all’ascendente tenendo conto però dell’inversione della postero-mediale e postero-laterale.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove