Video appunto: Intestino crasso - descrizione
L’intestino crasso ha diametro molto più ampio dell'intestino tenue, ma e più corto. Ha la lunghezza di circa 1,5 m e va dalla valvola il cocecale all’ano. Le sue funzioni principali sono l’assorbimento di acqua e l’eliminazione dei residui non digeriti come feci. Nella cavità addominale incornicia l'intestino tenue su tre lati ed è composto dai seguenti segmenti: cieco, appendice, colon, retto e canale anale.
Il cicco, sacciforme, e la prima parte dell'intestino crasso. Al cicco e attaccata l'appendice vermiforme, che e una potenziale sede di disturbi. Poiché di solito e attorcigliata, e il luogo ideale per l'accumulo e la moltiplicazione di batteri; la conseguenza di solito e la sua infiammazione, l'appendicite. Nel colon si riconoscono diverse regioni distinte. Il colon ascendente risale nel lato destro della cavità addominale e poi si piega, portandosi da un lato all’altro della cavità addominale come colon trasverso. Poi si ripiega di nuovo e continua verso il basso nel lato sinistro della cavità addominale come colon discendente, per entrare nella pelvi, dove diventa il sigma che ha la forma di S. Il canale anale termina all'ano, che si apre all’esterno.

Il canale anale ha uno sfintere volontario esterno costituito da tessuto muscolare scheletrico e uno sfintere involontario interno formato da tessuto muscolare liscio. Questi sfinteri, che agiscono un poco come i cordoni di una borsa nell’aprire e chiudere l’ano, sono di solito chiusi, tranne che durante la defecazione, quando le feci vengono eliminate dall’organismo. Poiché la maggior parte delle sostanze nutritizie e stata assorbita prima di raggiungere l'intestino crasso, questo non presenta villi, ma contiene nella mucosa un numero enorme di cellule caliciformi secernenti muco alcalino (ricco di HCO3). Il muco agisce come lubrificante per facilitare il passaggio delle feci fino alla fine del canale digerente.