Video appunto: Modulazione della trasmissione sinaptica

Modulazione della trasmissione sinaptica



Fra le componenti raggiunte dalle arborizzazioni degli astrociti ci sono le sinapsi. Gli astrociti sono cellule eccitabili, i cui terminali sono in grado di rispondere a segnali chimici con il rilascio di altri mediatori chimici, che a loro volta provocano la modulazione dell’attività nervosa, si parla allora di sinapsi tripartita.
In sintesi il neurotrasmettitore rilasciato, oltre ad agire sul terminale postsinaptico, può legarsi a recettori presenti nella membrana del terminale astrocitario, provocando l’ingresso di calcio nella cellula. L’aumento di calcio citosolico innesca una serie di risposte da parte dell’astrocita, come il rilascio di sostante neuroattive come i Gaba. Tali mediatori agiscono
a loro volta su recettori appartenenti alle membrane neuronali, sia pre che post sinaptiche, attivando o inibendo questi ultimi. La densità postsinaptica è formata da centinaia di proteine diverse che comprendono i recettori per il neurotrasmettitore, esposti sul versante esterno della membrana e associati sia a canali ionici e ad altri complessi che trasducono il segnale. La gliotrasmissione presenta delle differenze rispetto alla neurotrasmissione. Per esempio, laddove il rilascio del neurotrasmettitore determina risposte nell’arco di pochi ms, i mediatori rilasciati dagli astrociti agiscono per tempi molto più lunghi, sono quindi più adatti per regolare il tono dell’attività nervosa, il grado di eccitabilità dei circuiti interessati.