pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Impedenziometria


Questa tecnica permette la determinazione dell’acqua corporea attraverso la misura della resistenza del corpo imposta al passaggio di una corrente elettrica alternata trasmessa da elettrodi posti sul piede e sulla mano. Tanto maggiore è la presenza di acqua e ioni disciolti in essa e tanto maggiore sarà la conduttanza del corpo. Inoltre maggiore è la massa grassa e maggiore sarà la resistenza imposta. A seconda del fatto che si utilizzino impulsi ad alta o bassa frequenza si riescono ad attraversare o meno le membrane cellulari calcolando così i valori dell’acqua intra o extracellulare. Per la rilevazione i quattro elettrodi vengono posti sulle caviglie e sui polsi. A partire dal valore dell’impedenza e applicando l’equazione predittive che tengono conto di età, sesso, altezza peso e resistenza si ottiene il valore dell’acqua totale corporea. In fine si associa questo valore alla conoscenza che la massa magra si costituisce del 73% di acqua.
L’impedenziometria consente il calcolo della FM e della FFM; ma soprattutto quello dell’acqua totale e della sua ripartizione , ovvero, una stima dei fluidi corporei altrimenti non indagabili. Si distingue perciò dalla tecnica plicometrica, indirizzata prettamente alla valutazione della massa grassa; ma si distingue anche nella rapidità dell’indagine in quanto, avvalendosi di una strumentazione elettronica, appare "più tecnologica".
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017