Video appunto: Ernia inguinale

Ernia inguinale



L’ernia che si manifesta con maggiore frequenza è quella inguinale. Essa interessa soprattutto i soggetti di sesso maschile; consiste nella fuoriuscita di un viscere addominale (di solito l’intestino tenue) dall’addome attraverso la parete posteriore del canale inguinale, dove si trovano dei punti di minor resistenza (le cosiddette fossette).

Il canale inguinale deve essere immaginato come un tunnel con un foro di entrata e uno di uscita. Esso presenta quattro pareti: superiore; inferiore; anteriore e posteriore. La parete inferiore è costituita dal ligamento inguinale; la parete superiore è costituita dal margine inferiore del muscolo obliquo interno e del muscolo trasverso dell’addome; la parete anteriore è costituita dall’aponevrosi del muscolo obliquo esterno dell’addome; la parete posteriore, infine, è costituita dalla fascia trasversalis.
Nel canale inguinale si trova il funicolo spermatico nei maschi e il ligamento rotondo dell’utero nelle donne. Il funicolo spermatico, avvolto dal muscolo cremastere, è costituito dal dotto deferente dell’arteria spermatica interna ed esterna e dall’arteria deferenziale dei plessi venosi. A loro volta, queste strutture sono avvolte dalla fascia trasversalis.
La faccia posteriore del canale inguinale presenta dei punti di minor resistenza, la fossetta mediale, la fossetta media e quella laterale, e dei punti di forza, che in senso medio-laterale sono rappresentati dall’Uraco, dal residuo dell’arteria ombelicale e dai vasi epigastrici inferiori.