Video appunto: Epitelio delle vie aeree
Epitelio delle vie aeree La prima caratteristica che si nota nell’epitelio delle vie aeree è la presenza, lungo il margine apicale, di prolungamenti, decisamente più lunghi, voluminosi e separati l’uno dall’altro rispetto ai microvilli, detti ciglia. Con i microvilli condividono alcune caratteristiche: una di queste è la presenza lungo il margine apicale della cellula, al di sotto delle ciglia, di una linea di eosinofila molto densa.
Questa condizione è dovuta alla presenza di proteine e che in questo caso questa colorazione può essere attribuita alle strutture citoscheletriche basate sui microtubuli, che servono da ancoraggio per le ciglia.

Questo epitelio ha un ulteriore importantissima caratteristica: la pseudostratificazione, una sorta di assetto intermedio rispetto agli epiteli semplici e gli epiteli pluristratificati come ad esempio l’epidermide. Tutte le cellule dell’epitelio pseudostratificato mantengono un sottile punto di contatto con la membrana basale dell’epitelio ma non tutte raggiungono la superficie libera del tessuto. Nell’immagine si vede che le cellule che presentano un nucleo vicino alla superficie basale dell’epitelio sono particolarmente piccole, mentre muovendoci verso la zona più superficiale è possibile notare che le cellule hanno un nucleo disposto a diversi livelli, tratto molto caratteristico dell’epitelio pseudostratificato. Le cellule che raggiungono la superficie hanno una morfologia particolarmente colonnare o prismatica.
Alcuni epiteli pseudostratificati possono a volte lasciare confuso l’osservatore, a causa del marcato accavallamento dei nuclei gli uni sugli altri.