Ominide 361 punti

Dieta nell'età evolutiva

L'età evolutiva è quella che va dalla nascita fino ai 18-20 anni e che si caratterizza per l'accrescimento corporeo, conseguenza dell'aumento del numero di cellule e dell'accumulo di sostanza interstiziale nei tessuti. E', dunque, un periodo che richiede elevati consumi di energia e di nutrienti plastici per consentire la costruzione dei nuovi tessuti.
L'alimentazione in questa fase deve essere particolarmente accurata ed equilibrata, atta a soddisfare le specifiche esigenze di un organismo in fase di sviluppo fisico e psichico.
E' ormai sempre più evidente che l'alimentazione nei primi anni di vita è in grado di influenzare le abitudini di un individuo e il suo stato di salute a lungo termine. Certe malattie associate all'alimentazione e tipiche dell'adulto hanno le loro radici già nell'infanzia; all'obesità, ad esempio, se acquistata durante lo sviluppo, difficilmente si può rimediare nell'età adulta. All'interno dell'età evolutiva, che comprende soggetti con necessità nutrizionali molto diverse, si possono individuare tre grandi sottogruppi e le relative diete:

- la
  • dieta del lattante;

  • - Ladieta del bambino;
    - Ladieta dell'adolescente.

    Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
    Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
    Registrati via email
    Consigliato per te
    Maturità 2018: date, orario e guida alle prove