pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Cellule tessuto nervoso


Le cellule del tessuto nervoso prendono il nome di neuroni e sono spesso accompagnati da delle cellule della nevroglia (o gliali) con il compito di sostenere, nutrire e proteggere il neurone. Il corpo cellulare contiene il nucleo e i vari organuli cellulari. In questa regione vengono sintetizzate la maggior parte delle molecole che occorrono per l’attività del neurone. I dendriti invece costituiscono le parti riceventi del neurone. L’assone si occupa di trasmettere gli impulsi nervosi. La sinapsi rapprenda il puto in cui i neuroni entrano in contatto con la parte dell’organismo interessata. Prestando attenzione alla figura sopra proposta si può notare la presenza delle cellule glia (in verde). Esse sono cellule estremamente semplice perché hanno perso tutti i loro organuli interni ed hanno mantenuto solo il nucleo. Al loro interno si è inserita una guaina mielinica, ossia un rivestimento pluristratificato composto da lipidi e proteine. La guaina mielinica ha il compito di isolare l’assone e aumentare di conseguenza la velocità di conduzione degli impulsi elettrici. Le cellule gliali lasciano però degli spazi vuoti tra loro per permettere il passaggio degli impulsi nervosi e questi spazi prendono il nome di nodi di Ranvier. Esse però non partecipano attivamente all'azione del tessuto nervoso, non sono in grado di generare impulsi ne di moltiplicarsi nel sistema maturo. Ma possono farlo solo nel caso in cui ci sia una lesione o una malattia e quindi in questo caso esse prendono il posto dei neuroni danneggiati. Ne esistono di sei tipi, quattro sono nel SNC e due nel SNP.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove