Video appunto: Bone remodeling e composizione dell'osso

Bone remodeling



Il rimodellamento predomina nella vita adulta e dura per tutta la vita: il tessuto osseo vecchio viene rimosso e nuovo tessuto detto osteoide, ossia non mineralizzato, andrà incontro a mineralizzazione. Tale processo altamente sincronizzato ha luogo nelle basic multicellular units (BMU) ed è permesso dagli osteoclasti che derivano dalle cellule ematopoietiche (HSC) e che degradano l’osseo e dagli osteoblasti che costituiscono l’osso e che derivano dalle cellule mesenchimali (MSC).


Composizione dell’osso



L’osso presenta una matrice cellulare e 4 tipologie di cellule. La matrice ha una componente inorganica che corrisponde al 60% della matrice e che è data da fosfato di calcio che va a costituire i cristalli di idrossiapatite, sodio, potassio, magnesio, zinco e stronzio. La matrice presenta poi una componente organica (30%), costituita da collagene I che rappresenta il 90% delle proteine strutturali, osteocalcina, osteonectina, osteopontina, fibronectina, proteoglicani (GAG), citokine e fattori di crescita. Infine la matrice è costituta per il 10% da acqua. l’osteocalcina è dopo il collagene la seconda proteina più abbondante della matrice ossea. Il suo funzionamento dipende dalle vitamine D e K e il suo ruolo principale è quello di legare il calcio;