Video appunto: Apparato riproduttore


Sistema riproduttivo



Qui viene spiegato l'apparato riproduttore.

L'apparato riproduttore umano è un sistema di organi con cui gli esseri umani riescono a dare origine ad una prole. A condizione che tutti gli organi siano presenti e funzionino correttamente, le caratteristiche essenziali della riproduzione umana sono:
• la liberazione di un ovulo in un momento specifico del ciclo riproduttivo
• la fecondazione interna dell'ovulo da parte degli spermatozoi
• il trasporto dell'ovulo fecondato all'utero
• l’impianto della blastocisti ovvero l'embrione precoce sviluppato dall'ovulo fecondato, nella parete dell'utero
• la formazione di un placenta e mantenimento del nascituro durante l'intero periodo di gestazione
• la nascita del bambino ed espulsione della placenta.

Affinché questo processo biologico possa essere eseguito, sono necessari determinati organi ovvero quelli maschili e femminili. La fonte degli ovuli è l' ovaio femminile ; quello degli spermatozoi è il testicolo . Nelle femmine ecco come si articola l'apparato riproduttore: le due ovaie sono situate nella cavità pelvica; nei maschi, i due testicoli sono avvolti in un sacco di pelle, lo scroto, che giace sotto e all'esterno dell'addome. Oltre a produrre le cellule germinali, le ovaie ei testicoli sono la fonte di ormoni che provocano il pieno sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie e anche il corretto funzionamento dell'apparato riproduttore. Questi tratti comprendono le tube di Falloppio, l’utero, vagina e strutture associate nelle femmine e nel pene, i canali dello sperma e altre strutture e ghiandole correlate nei maschi.
Le femmine mostrano una periodicità nell'attività delle ovaie e dell'utero, che inizia con la pubertà e termina con la menopausa . La periodicità si manifesta con le mestruazioni ad intervalli di circa 28 giorni. importanti cambiamenti si verificano nelle ovaie e nell'utero durante ogni ciclo riproduttivo o mestruale.curiosità scientifiche La periodicità e successivamente le mestruazioni vengono soppresse durante la gravidanza e l’allattamento .
Le gonadi maschili sono i testicoli. Essi sono la fonte degli spermatozoi e anche degli ormoni sessuali maschili chiamati androgeni. Le gonadi femminili sono le ovaie; sono la fonte degli ovuli (uova) e degli ormoni sessuali femminili estrogeni e progestinici.



Le caratteristiche degli organi



Ecco altre caratteristiche dell'apparato riproduttore dell'uomo.
Alla nascita gli organi appropriati per ogni sesso si sono sviluppati e si trovano nella loro posizione adulta ma non funzionano. Durante l'infanzia fino alla pubertà c'è una crescita costante di tutti gli organi riproduttivi e uno sviluppo graduale dell'attività. La pubertà segna l'inizio di una maggiore attività nelle ghiandole sessuali e il costante sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie.
Nei maschi durante la pubertà i testicoli si ingrandiscono e diventano attivi, i genitali esterni si ingrandiscono e si sviluppa la capacità di eiaculare. Notevoli cambiamenti di altezza e peso si verificano con l'aumentare della secrezione ormonale dai testicoli. La laringe, o casella vocale, si ingrandisce, con conseguente approfondimento della voce. Alcune caratteristiche dello scheletro, come si vedono nelle ossa pelviche e nel cranio, si accentuano. Ili peli sotto le ascelle e il pelo pubico diventano abbondanti e più spessi. Si sviluppano i peli del viso, così come i peli sul petto, sull'addome e sugli arti. I capelli alle tempie si ritirano. Le ghiandole della pelle diventano più attive, in particolare le ghiandole apocrine.
Mentre nelle femmine durante la pubertà, i genitali esterni si ingrandiscono e l'utero inizia la sua attività periodica con le mestruazioni. I seni si sviluppano e c'è un deposito di grasso corporeo secondo i soliti contorni della femmina matura. La crescita dei peli ascellari (ascelle) e pubici è più abbondante.

A cura di Anny.