Erectus 1160 punti

La piccola circolazione è il passaggio del sangue che dal cuore va ai polmoni. Incomincia quindi dall'atrio destro del cuore.
Nell'atrio destro ci sono due grandi vasi: la vena cava inferiore che porta sangue venoso dagli arti inferiori verso il cuore e la vena cava superiore che porta anch'essa sangue venoso dalla testa e dagli arti superiori al cuore.
L'atrio destro per ricevere il sangue deve essere in diastole (decontratto).
Quindi quando l'atrio destro si riempie di sangue, si contrae e il sangue passa nel ventricolo sottostante attraverso la valvola tricuspide che si apre. Appena è passato, la valvola si chiude. Poi dal ventricolo ci sono le arterie polmonari che portano poi il sangue non ossigenato verso nei polmoni.Nei polmoni il sangue a contatto con l'alveolo polmonare scambia l'anidride carbonica con l'ossigeno dell'alveolo in base al gradiente di concentrazione. Quindi se l'alveolo ha più ossigeno, lo cede al sangue, mentre se il sangue ha più anidride carbonica, la cede all'alveolo.

Chi trasporta l'ossigeno è l'emoglobina del sangue che diventa poi ossi-emoglobina. Poi questo sangue ossigenato dai due polmoni attraverso le 4 vene polmonari arriva all'atrio sinistro del cuore il quale deve essere decontratto, cioè in diastole.
Dal ventricolo sinistro invece il sangue passa attraverso una grande arteria che si chiama aorta,e poi scende lungo il corpo diramandosi in più punti. Inoltre sull'aorta ci sono 3 vasi: un vaso porta il sangue ossigenato dal cuore alla testa e si chiama arteria caròtide, e poi ci sono altri due vasi che portano il sangue ossigenato ai due arti superiori e si chiamano arterie succlavie.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email