Erectus 1160 punti

L'apparato cardio-circolatorio comprende il cuore, il sangue(che è l'unico tessuto liquido che abbiamo) e i vasi sanguigni. Il cuore è un organo ed è un muscolo striato(dovrebbe essere un muscolo volontario, invece è involontario).
Il cuore fa due movimenti: la contrazione si chiama sistole e la decontrazione si chiama diastole. È un organo diviso in 4 cavità: 2 cavità superiori si chiamano atri e 2 cavità inferiori si chiamano ventricoli. La metà destra del cuore e la metà sinistra sono divise tra loro mediante un setto muscolare. Solo nella vita embrionale questa parete è forata; c'è un buco che si chiama foro di botallo. Esso si chiude automaticamente al momento della nascita. In alcuni casi se questo foro non si chiude, ci sarà una mescolanza tra sangue arterioso e venoso. L'atrio destro del cuore è in comunicazione con il ventricolo sottostante grazie a una valvola che si chiama valvola tricuspide, cioè è divisa in 3 lembi. L'atrio sinistro,invece, è in comunicazione con il ventricolo sottostante grazie a una valvola che si chiama valvola bicuspide o mitralica, cioè è divisa in 2 lembi. L'impulso della contrazione del cuore è dato da un tessuto muscolare diviso in nodo seno atriale, nodo atrio ventricolare e fascio di his(fibre) His=muscolo involontario, tessuto che contrae il cuore. La contrazione del cuore, cioè la sistole, non interessa tutto il cuore contemporaneamente, ma riguarda o gli atri o i ventricoli in modo alternato; se gli atri sono in sistole, i ventricoli sottostanti devono essere in diastole. Inoltre il cuore è contenuto in un sacchetto trasparente chiamato pericardio. I vasi dell'apparato circolatorio si dividono in 3 tipi: vene, arterie e capillari. C'è una differenza di grandezza e anche una differenza di sangue. Le arterie sono più grandi rispetto alle vene, hanno una parete più rigida quindi non si chiudono facilmente e inoltre per definizione trasportano sangue arterioso,cioè ossigenato. Le vene sono più grandi rispetto ai capillari, hanno una parete più morbida e trasportano sangue venoso, cioè non ossigenato, contenente anidride carbonica. I capillari,invece, sono molto sottili. Ma ci sono due eccezioni che dobbiamo sapere:1) Ci sono 2 arterie polmonari che dal ventricolo destro del cuore vanno ai polmoni e che trasportano il sangue venoso, non arterioso. 2) Dai polmoni partono 4 vene polmonari che arrivano al cuore e che trasportano sangue arterioso, non venoso. Il cuore è attraversato da due tipi di circolazioni: piccola circolazione(va dal cuore ai polmoni, quindi il tragitto è minore) e grande circolazione(va dal cuore a tutte le cellule del nostro corpo, quindi il tragitto è più lungo).

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email