Video appunto: Ruote di frizione

Ruote di frizione



La trasmissione della potenza nelle ruote di frizione avviene in virtù della forza di attrito tra le superfici cilindriche accoppiate.
Infatti soltanto le forze di attrito, parallele alla superficie, hanno momento apprezzabile rispetto agli assi di rotazione. Lo svilupparsi di efficaci forza di attrito richiede che le ruote di frizione siano adeguatamente compresse l'una contro l'altra.

La compressione fra le 2 ruote è data dalla tensione di una molla precaricata, ovvero la compressione è unicamente caratteristica del sistema elastico e non dipende dall'entità della coppia trasmessa.
Perciò occorre considerare due principali fenomeni:
- affitto volvente: causa lo spostamento del punto di applicazione della forza assiale della molla dal lato opposto al movimento.
-attrito di strisciamento: consente di evitare moto relativo in corrispondenza del punto di accoppiamento, la reazione vincolare si inclina sempre restando dentro il cono di attrito.
Ovviamente la massima coppia trasmissibile è data dalla compressione, o coppia resistente.
Il grosso svantaggio è che al diminuire della coppia, la compressione rimane costante quindi vi sono diverse cause di dissipazione che portano a riduzione del rendimento.
- Per aumentare la coppia trasmissibile bisognerà aumentare la forza di contatto con conseguente aumento dei carichi sui cuscinetti e sulle ruote
Per aumentare le forze trasmesse si passerà da un accoppiamento di forza a un accoppiamento di forma.