Ilaaa96 di Ilaaa96
Ominide 787 punti

è un sistema arco fossa; la zona che è rappresentata è una delle tipologie di margine previste nella teoria della tettonica delle placche. È un margine convergente e distruttivo chiamato arco fossa perché vediamo la placca oceanica che si infossa e va in subduzione e quindi dove la placca oceanica entra nel mantello e scende in profondità noi avremo nel mare un sintomo che è la fossa oceanica. Questa fossa oceanica è sede di forti compressioni e quindi pressioni e riscaldamento. Perché si chiama arco fossa? Perché c’è una placca oceanica che va in subduzione sotto una placca continentale. Questo è un arco fossa di tipo oceano-continente. Questo perché la convergenza tra una placca oceanica e una placca continentale implica che la placca oceanica che è fatta di rocce magmatiche più basiche entri in subduzione, la subduzione fonde queste rocce magmatiche del fondale oceanico (basalti, peridotiti) e prima di arrivare alla fusione totale c’è la formazione di rocce metamorfiche. Dalla convergenza di placca oceanica e placca continentale, le rocce dei fondali oceanici costituite da basalti a pillow e peridotiti allora metamorfizzando queste rocce si ottengono fino a che la pressione è ancora elevata ma la temperatura è ancora bassa scisti blu, continuando l’attrito, la pressione continua ad essere alta e la temperatura aumenta allora si passa ad anfiboliti e serpentiniti. Nella parte del continente che resta in superficie gli attriti provocati dal sistema arco fossa provocano il sollevamento della catena montuosa. In un sistema arco fossa di convergenza tra una placca oceanica e una placca continentale abbiamo un tipico ambiente metamorfico, dove c’è metamorfismo di rocce basiche di origine magmatica nella placca oceanica e metamorfismo di rocce acide di origine magmatica/sedimentaria nel continente. Quali sono i tipi di metamorfismo che si esplicano in quest’ambiente? Metamorfismo dinamo termico/ di dislocazione meccanica Dinamo perché è dovuto alla dinamica delle placche, termico perché gli attriti provocano l’innalzamento della temperatura. Metamorfismo di elevata pressione e medio-alta temperatura nella compressione tra le due placche. Si ha anche nel sollevamento delle catene montuose perché le falde di roccia che vengono piegate e compresse comportano metamorfismo di elevata pressione e di temperature che per gli attriti vanno a essere da medio a alte; metamorfismo di contatto se nella catena montuosa sono inglobati dei vulcani. Perché ci sono i vulcani? Perché il fondale oceanico non è fatto solo da basalti a pillow, gabbri e peridotiti, c’è uno strato superficiale di fondale che è fatto di sedimenti che sono gusci di organismi planctogeni, sono silice pura, molto acidi. Questo strato nell’attrito della subduzione possono impastarsi con i basalti a pillow sottostanti, fondere e formare un magma che sarà da neutro (mesosilicico) a acido (ipersilicico). Tutto intorno a dove c’è il magma, c’è un alone di cottura delle rocce circostanti chiamato alone di metamorfismo di contatto. Metamorfismo di carico Le montagne vengono smantellate dall’erosione, cioè le montagne si sollevano a causa degli attriti compressivi delle due placche convergenti, poi il loro sollevarsi comporta erosione a opera di tutti gli agenti atmosferici. Metamorfismo regionale che si attua su aree molto vaste per gravità, peso di sedimenti nuovi che si sono accumulati su strati precedenti e che quindi comprimono questi strati preesistenti e la compressione provoca metamorfismo di carico. Metamorfismo ultra spinto/ ultrametamorfismo/ anatessi metamorfismo ultra spinto, con temperatura e pressione molto alte che arrivano quasi a fondere le rocce preesistenti. Si parla di rocce anatettiche che sono rocce metamorfiche, molto belle a vedersi, si chiamano anche migmatiti: massa dove le rocce preesistenti non sono allo stato liquido, sono diventate pastose. Hanno due porzioni al loro interno: neo soma porzione di roccia neo formata, dove il migma era quasi liquido; paleo soma roccia preesistente resa pastosa e quindi metamorfizzata di alto grado. Nella stessa roccia troviamo zone che sembrano granito e zone che sembrano gneis. Metamorfismo cataclastico cata: conseguente, che viene dopo; clazo: vuol dire rompere. Si attua lungo i piani di faglia. Che cosa sono le faglie? Sono rocce che dopo essere state fratturate e cominciano a subire uno scorrimento. Nelle zone di compressione, sia nelle zone di subduzione sia nelle zone di orogenesi, provocano fratture e faglie. Fratture che spaccano le rocce in tante scaglie e piani di scorrimento di faglia, dove queste scaglie rocciose si accavallano. Gli attriti che si hanno lungo una faglia metamorfizzano le rocce e le metamorfizzano in due modi: miloniti se le rocce sono plastiche come la cerniera di piega la compressione, lo stiramento allunga gli strati e li assottiglia, li rende laminari. Cataclasiti Se le rocce sono più fragili e non plastiche, si rompono in tante scagliette rocciose che vengono pizzicate nell’attrito dei due blocchi di roccia che scorrono uno rispetto all’altro e allora questi frantumi di roccia sfregati lungo il piano di faglia contro i blocchi di roccia diventano delle lamelle lucidate a specchio.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email