Sapiens 9134 punti

Tipi di vulcano


In base ai caratteri prevalenti delle eruzioni, i vulcani sono distinti in cinque tipi:

Hawaiano


Caratterizzato da emissioni di lave molto fluide, senza esplosioni o lancio di materiale. Come suggerisce il nome, questo tipo di vulcano è caratteristico delle isole Hawaii. I vulcani di questo tipo sono costituiti da un ampio cratere occupato da un lago di lava incandescente. Nei momenti di massima intensità la lava trabocca e discende con lunghe colate giù per le pendici. Di tipo hawaiano sono anche alcuni vulcani dell’Islanda.

Stromboliano


È caratterizzato da un’attività praticamente ininterrotta, in prevalenza esplosiva con lancio di ceneri, lapilli e scorie. La lava è molto fluida, ma scarsa. Nello Stromboli le esplosioni possono susseguirsi perfino ad intervalli di pochi minuti.

Vulcaniano


Il nome deriva da Vulcano, una delle isole Lipari. Le eruzioni si alternano a lunghissimi periodi di riposo. La lava è piuttosto viscosa e, solidificandosi, ostruisce la bocca eruttiva. Nell’eruzione successiva, i gas fanno saltare l’ostruzione con un’esplosione che è tanto più violenta quanto più il vulcano è rimasto inattivo.

Peléeano


Il nome deriva dalla Montagne Pelée, nella Martinica. Le esplosioni formano delle “nubi ardenti” formate da gas ad alta temperatura con ceneri in sospensione. Tali nubi, invece di sollevarsi discendono a grande velocità lungo le pendici del vulcano, portando distruzione e morte. Nel 1902, un’eruzione distrusse totalmente la città di Saint-Pierre e provocò la morte di 30.000 persone.

Vesuviano


E’ una via di mezzo fra il tipo stromboliano ed il tipo vulcaniano. Si alternano periodi di quiete con periodi di eruzione. Durante questi ultimi si hanno esplosioni, lancio di ceneri e di sabbia e contemporaneamente anche emissione di lava.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email