Ominide 2387 punti

la Sismologia è lo studio dei terremoti. Grazie alla raccolta sistematica di dati e alla loro elaborazione da parte di un numero crescente di studiosi si è capito il meccanismo che origina un terremoto e si sono costruiti strumenti che registrano le vibrazioni della Terra. I terremoti sono diventati la principale fonte di conoscenze sull’interno della Terra.
Il terremoto non è casuale (un milione l’anno, mille percepiti e dieci dannosi) ed è un evento naturale molto diffuso. Il terremoto non si verifica ovunque ma solo entro le aree sismicamente attive o sismiche (fasce della superficie terrestre) e mancano nelle aree asismiche (in essa non si generano terremoti ma possono risentirne gli effetti dovuti al propagarsi delle vibrazioni). E fasce sismiche sono distribuite lungo il decorso delle grandi catene montuose o delle dorsali oceaniche. Un terremoto è una vibrazione della terra dovuta ad una rapida liberazione di energia meccanica nell’interno. Dall’ipocentro del terremoto (punto in cui si libera l’energia all’interno della terra) l’energia si propaga per onde sferiche (simili a quelle acustiche) che attraversano tutta la terra indebolendosi man mano. Nel XIX Mallet (ingegnere dedicatosi allo studio dei terremoti) capì che il terremoto consiste in una serie di onde elastiche che si propagano attraverso la Terra causate dalla deformazione o frattura di rocce nel sottosuolo; con il terremoto a San Francisco (terremoto accompagnato da movimenti lungo la faglia di San Andreas e alla fine alcuni elementi del paesaggio erano tagliate e spostate lateralmente) Harry propose un modello del meccanismo secondo cui si verificherebbero deformazioni all’origine dei terremoti.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email