Sapiens 5246 punti

Il vulcano


Il vulcano è la spaccatura della superficie terrestre da cui fuoriescono lave, gas e prodotti solidi, derivati dal magma che arriva in superficie, l’edificio che si forma in conseguenza ditale attività costituisce nel suo insieme l’edificio o cono vulcanico. Il vulcano è alimentato dal magma che si raccoglie nella camera magmatica, che comunica con l’esterno mediante il condotto o camino vulcanico.

Il meccanismo eruttivo può essere effusivo o esplosivo ed è determinato essenzialmente da due fattori: viscosità del magma e percentuale di gas e vapor d’acqua.
In genere il magma femico, più caldo e fluido, scorre liberamente all’interno del condotto vulcanico, senza ostruirlo, fino a raggiungere la superficie, liberando via via e in modo regolare i gas contenuti (attività effusiva). Il magma sialico, più freddo e viscoso, tende a solidificare all’interno del condotto vulcanico, formando un tappo, che impedisce la fuoriuscita dei gas; questi si accumulano, finché la pressione esercitata vince il peso dei materiali soprastanti, provocando un’esplosione (attività esplosiva).

I materiali emessi durante l’attività eruttiva (sia effusiva sia esplosiva) sono costituti da lave, piroclasti, gas e vapori.
Le lave possono avere composizione basaltica, andesitica o riolitica.
I piroclasti sono i frammenti solidi eiettati dal vulcano in seguito alle esplosioni. Possono essere depositati per caduta gravitativa (si originano le rocce piroclastiche) o per colata piroclastica (nubi ardenti e lohars) o per ondata basale.
I gas rilasciati sono presenti in percentuale variabile, ma il vapor d’acqua è quasi sempre il componente principale.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità