Ominide 643 punti

Forze gravitazionali


Sebbene il sole si trova a una distanza molto maggiore rispetto alla luna, anche la sua attrazione gravitazionale esercita un ruolo fondamentale nella formazione delle maree. Il sole, infatti agisce sulle masse d’acqua della terra in modo del tutto analogo a quanto visto per la luna, ma con un’intensità pari circa allla metà. Si può osservare in modo maggiore la sua influenza quando ci si trova nei pressi del novilunio e del plenilunio, ovvero quando il sole la luna sarà allineati rispetto alla terra e le loro forze si sommano.
La loro attrazione gravitazionale combinata provoca alte maree e basse maree più accentuate del solito, generando una grande ampiezza di marea: queste sono le maree sizigiali Che si verificano due volte al mese.

Al contrario, intorno alle date del primo dell’ultimo quarto di luna le forze gravitazionali della luna e del sole agiscono sulla terra ad angolo retto, attenuandosi reciprocamente e determinando una minore escursione giornaliera di marea. Sono queste le maree di quadratura o anche dette mare morte che si verificano anche se due volte al mese.

Essi inoltre sono influenzate da molti fattori, tra cui l’andamento della linea di costa, la configurazione dei bacini oceanici e la profondità dell’acqua. Di conseguenza, le previsioni nelle tabelle di marea e i Dati di marea delle carte nautiche si devono basare su osservazioni dirette.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove