L’evoluzione di una stella


Una stella nasce dal collasso di una nebulosa, che, una volta condensatasi, da’ origine a una protostella: essa, cominciando a contrarsi per effetto della forza di gravità,innalzerà la sua temperatura permettendo così l’avvio delle reazioni di fusione termonucleare all’interno del suo nucleo, detto nocciolo, durante il quale i nuclei di atomi leggeri si fondono diventando nuclei più pesanti. Si avrà un difetto di massa della stella che verrà restituito sotto forma di energia luminosa e che decreterà la sua entrata nel suo primo stadio evolutivo: la sequenza principale. Dopodiché le reazioni continueranno fino all’esaurimento dell’idrogeno e fino a quando la massa lo permetterà: difatti, se questa è inferiore alle 0,5 masse solari le reazioni si arresteranno e la stella si spegnerà come nana bianca, se superiore, diventerà una gigante rossa e le reazioni coinvolgeranno elementi chimici via via sempre più pesanti. Quando si arriverà alla produzione del ferro, e le reazioni cominciano ad arrestarsi, ecco che giungiamo alla fase finale della sua vita:la stella diventa nebulosa planetaria se ha una massa inferiore alle 8 masse solari e poi nana bianca con una massa residua di 1,44 masse solari; se invece superiore diventa supernova. Dall’esplosione di questa si originerà o una stella a neutroni se ha una massa compresa tra 1,44 e le 3 masse solari, oppure un buco nero se superiore alle tre masse solari.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità