sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Dalle Nebulose alle Giganti Rosse-

Le stelle si formano dalle nebulose, che sono formate di polvere e gas freddi (principalmente idrogeno, oltre il 90%).
È probabile che le stelle nascano dai cosiddetti Globuli di Bok, addensamenti di grandi quantità di polveri e gas.
All’interno dei globuli possono innescarsi dei moti turbolenti, che frammentano i globuli in ammassi più piccoli, all’interno dei quali l’attrazione gravitazionale tra le particelle della nebulosa dà inizio ad un processo di aggregazione.
Con il seguente addensamento, l’energia gravitazionale si trasforma in energia cinetica e di conseguenza aumenta la temperatura del corpo gassoso, che si trasforma in una protostella.

Se la massa è scarsa, la temperatura non riesce a far innescare reazioni termonucleari e allora la formazione della stella si arresta e il corpo di raffredda, lasciando un’oscura nana bruna.
Se invece la massa è sufficiente, il corpo continua a riscaldarsi, innescando reazioni che trasformano l’idrogeno in elio.

Questa stella che si formerà sarà sulla sequenza principale del diagramma H-R.
La posizione e la permanenza di una stella nella sequenza principale dipendono dalla massa iniziale dalla nebulosa in cui è originata: stelle nate con grande massa diventano più calde, blu; stelle con massa piccola rimangono meno calde, rosse.

Quando tutto l’idrogeno viene consumato, il nucleo di elio che si è formato al suo posto finisce per collassare, innescando altre reazioni che trasformano l’elio in carbonio.
A questo punto la stella è entrata in una nuova fase e appare come una Gigante Rossa.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email