Ominide 11266 punti

Organizzazione e diffusione del Cristianesimo


Sotto la guida di Pietro, a cui Gesù aveva conferito il primato, gli apostoli, ai quali ben presto si era aggiunto un ebreo convertito, Paolo di Tarso, si accinsero a conquistare il mondo e ad organizzare la società dei Cristiani: la Chiesa, fondata da Gesù Cristo.
Gli apostoli erano poveri ed incolti, ma la loro parola conquistò quello che né gli eserciti, né i sapienti possono conquistare: le libere coscienze degli uomini. La comunità cristiane si diffusero rapidamente in tutto l’impero: Antiochia, Corinto, Alessandria, Cartagine, Roma ed altre città divennero sedi fiorenti comunità cristiane. Minore fu la diffusione della nuova fede nei villaggi o “pagi”, tanto che la parola “pagano” (abitante di villaggio) finì per significare “non cristiano”. In ogni comunità i preti (gli anziani) provvedevano alle funzioni del culto, assistiti dai diaconi per il servizio della Chiesa e l’assistenza ai poveri. A capo della comunità era un vescovo (sorvegliante); vescovi e preti delle varie comunità si riunivano in assemblee (Sinodi e Concilii). Il capo di tutte le comunità era Pitro, che fu vescovo di Roma. Alla sua morte il primato passò ai suoi successori, cioè ai vescovi di Roma, che ebbero poi il nome di papa. Per entrare a far parte della Chiesa il fedele doveva ricevere il sacramento del Battesimo, che lo redimeva dal peccato per i meriti di Gesù Cristo e gli permetteva di partecipare alla “Cena del Signore”, la S. Messa, con gli altri credenti.
La dottrina della Chiesa era quella tramandata a voce e contenuta nei libri sacri del Nuovo Testamento e cioè: i quattro Vangeli (scritti rispettivamente dagli apostoli Matteo e Giovanni, da Marco, discepolo di Pietro e dal medico Luca, collaboratore di Paolo), gli Atti degli Apostoli (di Luca), le lettere (di Paolo, Giacomo il minore, Pietro, Giovanni e Giuda) e l’Apocalisse (di Giovanni).
Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017