Ominide 1660 punti

Gesù nella storia
Le testimonianze storiche descrivono Gesù come un riformatore religioso che predica nella Palestina occupata dai Romani e agitata dall'opposizione degli zeloti, raccogliendo un piccolo gruppo di discepoli.

Il martirio
Gesù si proclama messia e figlio di Dio, suscitando la reazione del sinedrio che ne chiede l'arresto e la condanna a morte, fatta poi eseguire dal perfetto romano Ponzio Pilato.
Dopo la scomparsa del suo corpo i discepoli ne annunciano la resurrezione e ne predicano la dottrina, formando le prime comunità cristiane.

Le prime comunità
La predicazione degli apostoli,tra i quali svolge un ruolo centrale Paolo di Tarso, diffonde la dottrina e fa nascere le prime comunità in Medio Oriente.
Il Cristianesimo spinge l'uomo a curare l'interiorità in vista della salvezza e a contrastare la logica del mondo dominato dalla ricchezza e dalla potenza, esaltando umiltà e fratellanza. Questa promessa dii redenzione attrae in un primo tempo soprattutto i poveri.

Le ostilità le le prime persecuzioni
Questi aspetti espongono i cristiani all'ostilità di molti che li accusano in caso di carestie o calamità e delle Istituzioni politiche che li sospettano per la loro incerta fedeltà all'Impero e per il pacifismo.
Le prime persecuzioni si hanno nel I secolo, sotto Claudio e Nerone, mentre gli imperatori del II secolo mantengono un atteggiamento relativamente tollerante.
Nel III secolo la crisi politica e sociale induce a una restaurazione della tradizione religiosa romana: gli imperatori Decio, Valeriano e Diocleziano a volte, anche per impadronirsi dei beni delle comunità dei cristiani, impongono loro la conversione, costringendoli ad abiurare pubblicamente o a subire il martirio.
L'epoca delle persecuzioni termina con Costantino che non l'Editto di Milano riconosce ai cristiani libertà di culto. Con Teodosio il cristianesimo diventa l'unica religione dell'Impero.

Le istituzioni della Chiesa cristiana
Le comunità delle origini sono rette da un consiglio di anziani e amministrate dai diaconi.
Nel concilio di Calcedonia si assegna al vescovo di Roma, il papa, il compito di guidare tutta la cristianità, anche per tenerla unita combattendo le eresie, ossia le deviazione della dottrina ufficiale,come quella di Ario.

Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email