Genius 19188 punti

Foscolo - Questionario: vita e opere


1) Dove nasce Foscolo? Quali sono le sue origini e come influenzano la sua formazione culturale?
2) Quali sono le idee politiche del Foscolo?
3) Che visione egli ha della natura?
4) Qual è l’evento storico che cambia la visione politica dello scrittore? Perché?
5) Quali sono le esperienze sentimentali del poeta?
6) Quali eventi determinarono l’abbandono dell’Italia nel 1815? Dove si reca il Foscolo?
7) Quali sono i luoghi che hanno visto la presenza del Foscolo?
8) Il Foscolo non ha una visione religiosa della vita. In che modo , secondo lui, l’uomo può dare comunque un senso alla propria vita?
9) Perché il Neoclassicismo rappresenta un modello morale per il Foscolo?
10) Qual è la funzione della poesia per il Foscolo?
11) Quali sono gli elementi preromantici che si ritrovano nell’opera del Foscolo?
12) Quali sono i caratteri del pre-romanticismo?
13) Definisci il carattere del romanzo epistolare
14) Chi sono i protagonisti delle Ultime lettere di Jacopo Ortis?
15) Perché Jacopo arriva a togliersi la vita?
16) Quali sono i temi trattati nei Sonetti?
17) Che cosa vuole descrivere il Foscolo con i Sonetti?
18) Che significato hanno I Sepolcri nel pensiero del Foscolo?

Correzione

1) Foscolo nasce a Zante, un’isola nel mare greco che a quel tempo era un dominio di Venezia. Il padre era veneziano e la madre greca. Le sue origini hanno creato in lui un interesse per la civiltà greca classica, il gusto per la mitologia per la bellezza e per l’armonia delle forme.
2) All’inizio, le idee politiche del Foscolo sono giacobine: crede nella libertà, nell’uguaglianza e nella giustizia, cioè negli ideali che sono proclamati dalla Rivoluzione francese. Col tempo, e soprattutto dopo il Trattato di Campoformio, le sue idee politiche diventano più pessimiste: la ragione di Stato prevale sempre e la ricerca della libertà è un’illusione.
3) L’idea che Foscolo ha della natura si ricollega all’illuminismo, cioè al fatto che alla base di ogni conoscenza ci deve essere la ragione e l’esperienza diretta. Per Foscolo la natura è un meccanismo che ha un proprio principio, quello dell’autoconservazione ed un ciclo che passa dalla distruzione alla trasformazione. Anche l’uomo fa parte di questo ciclo.
4) E’ il Trattato di Campoformio concluso fra l’Austria e Napoleone nel 1797. Le clausole dell’accordo creano delusione nell’animo del poeta e dei giovani della sua generazione perché Napoleone da liberatore si manifesta oppressore.
5) Foscolo ha avuto molte esperienze sentimentali, soprattutto quando entrato nell’esercito francese, comincia a viaggiare molto perché inviato in missione. A Firenze si innamora di Isabella Roncioni e a Milano di Antonietta Fagnani Arese. Ha una relazione anche con un’inglese, Fanny Hamilton, che gli darà una figlia.
6) Nel 1815, Napoleone viene sconfitto e in Europa si sta preparando la Restaurazione dell’ Ancien Régime. Gli Austriaci occupano Milano e propongono al Foscolo la direzione di un importante giornale, ma il poeta non vuole venire a patto con l’oppressore e preferisce prendere la via dell’esilio e trasferirsi in Inghilterra.
7) Essi sono: l’isola di Zante, dove è nato, Venezia dove ha vissuto da adolescente e ha cominciato a studiare i classici, Milano, dove conosce il Parini, Firenze, dove incontra Vittorio Alfieri e visita i sepolcri nella Basilica di Santa Croce.
8) Nel pensiero del Foscolo, non c’è posto per il sentimento religioso e dopo la morte esiste solo il nulla eterno. Tuttavia esiste una possibilità che permetta all’uomo di trovare consolazione alla sua vita così precaria: compiere azioni nobili ed alte in modo tale che esso possa diventare un modello di vita per i posteri, ricordato dal sepolcro
9) Il Neoclassicismo è il gusto per le opere della Grecia classica di cui il Foscolo ammira la bellezza e la perfezione. Poiché la realtà quotidiana è fatta di delusioni, il Foscolo si rifugia nella civiltà greca che rappresenta un modello di vita e un mezzo di insegnamento. I grandi eroi del passato trasmettono all’uomo moderno i loro ideali a cui egli deve ispirarsi per compiere azioni alte e nobili e dare un senso alla propria vita.
10) Nel corso della sua esperienza poetica, il Foscolo ha attribuito alla poesia una funzione diversa, in funzione delle cambiati condizioni storiche e politiche. All’inizio, quando il Foscolo crede ancora nel ruolo liberatore di Napoleone, poesia e politica coincidono perché la poesia ha lo scopo di condurre l’Italia ad un rinnovamento. Essa deve guidare e formare il popolo per cui ha una funzione civile ed il poeta deve mettere a servizio della nazione la propria cultura. Più tardi, quando Foscolo si rende conto che la realtà è dominata dall’opportunismo (periodo del soggiorno a Firenze), la poesia ha un ruolo consolatore e rasserenante: essa conserva la memoria dei grandi eroi del passato e alleggerisce le sofferenze umane.
11) Essi sono: il gusto per la poesia sepolcrale, le visioni notturne al chiaro di luna, il tema dello scrittore che si ripiega su se stesso ed analizza il proprio io, la tendenza al sentimentalismo, il tema della meditazione sulla tomba. Nel Foscolo accanto agli elementi neoclassici (mito della Grecia antica e ricerca della bellezza e dell’armonia) troviamo anche elementi pre-romantici come l’impegno civile e politico, una maggiore soggettività e dei sentimenti di inquietudine e di nostalgia.
12) Nel Pre-romanticismo la Ragione non è più al centro della conoscenza; viene data maggiore importanza al sentimento, al mondo interiore del poeta e alla descrizione delle passioni. Inoltre, nel pre-romanticismo troviamo anche l’impegno civile e politico. Tuttavia, in Foscolo abbiamo anche dei testi legati al gusto neoclassico come mezzo per sfuggire dalla realtà quotidiana che è deludente
13) Il romanzo epistolare è un genere letterario che si sviluppa nel XIII secolo. La trama si svolge attraverso tutta una serie di lettere che i protagonisti si scambiano. Esso è molto adatto per fare un’analisi psicologica dei personaggi e per descriverne lo stato d’animo. Con I dolori del Giovane Werther si ha un elemento nuovo: Goethe immagina che le lettere siano state scritte da un solo personaggio, tecniche che viene ripresa anche nelle Ultime lettere di Jacopo Ortis.
14) I protagonisti sono Jacopo e l’amico Lorenzo Alderani.
15) Jacopo arriva a togliersi la vita perché ha avuto due delusioni: la delusione perché Napoleone, cedendo Venezia all’Austria non si è dimostrato un liberatore ma un oppressore, la delusione causata dall’amore impossibile per Teresa.
16) I temi trattati nei Sonetti sono: la descrizione delle emozioni più intime del poeta, l’amore per la patria, l’amore per la famiglia, la nostalgia per la terra natale, la riflessione sulla morte che conduce al nulla eterno.
17) Nei Sonetti, Foscolo vuole descrivere la sua vita e dare al lettore un quadro del suo animo
18) Ne I Sepolcri Foscolo vuole far capire al lettore che nonostante dopo la morte esista solo il nulla eterno, in realtà esiste una possibilità che lo spirito continui a vivere: compiere azioni alti e nobili che insieme al sepolcro permette agli uomini, diventati così illustri, di essere ricordati dai posteri e di servire ad essi come esempio da imitare.
Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email