Ominide 3880 punti

Foscolo è stato il primo autore moderno che ha assunto una dimensione europea. La sua produzione tocca terreni limitrofi alla letteratura come la traduzione e la critica letteraria. Egli aveva una sensibilità critico-letteraria sovranazionale. Egli è originale poiché è stato capace di creare una sensibilità moderna all’interno della tradizione classica. Egli cerca la sintesi tra passione e ragione nell’attività letteraria. Esistono due filoni nella sua produzione letteraria: la vena celebrativo-didascalica che celebra la bellezza,l’ideale neoclassico e la vena lirico-sentimentale nei Sonetti in cui è fortemente presente il romanticismo insieme all’impetuosità passionale e sentimentale di natura preromantica. Nelle Ultime lettere di Jacopo Ortis traspare la volontà di Foscolo di personificare il proprio vissuto. Il pensiero foscoliano unisce le teorie materialistico-meccanicistiche secondo cui la natura è in perenne divenire e ogni elemento che la compone è composta di materia soggetta a trasformazione. Per Foscolo l’universo è una macchina governata da leggi meccaniche che vengono mosse da un principio di autoconservazione naturale. Foscolo si rifà a Giovambattista Vico da cui prende spunto per l’idea ciclica della storia. Inoltre egli ha l’idea che l’avvento della civiltà sia segnato dal cambiamento tra stato di natura e stato civile. Si tratta di una visione pessimistica. Inoltre egli sostiene che l’essere umano persegue il proprio interesse solo per sopraffare i propri simili. Egli abbraccia anche ideali positivi e tenta un superamento del materialismo in chiave laica. Individua nelle illusioni(bellezza,poesia,sepolcri,amicizia,gloria) degli ideali caratterizzati dalla sensibilità individuale in cui il soggetto tenta di trovare una chiave d’accesso alla vita.

Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email