Ominide 643 punti

Il barocco


La decadenza dell'Italia, cominciata nella seconda metà del Cinquecento, continuò nel Seicento perdurando il diffuso clima di conformismo e di oscurantismo culturale, indotto dalla dominazione spagnola e dalla Controriforma, che aveva svuotato la civiltà rinascimentale.

Nel Seicento si affermò la civiltà del barocco. Il termine "barocco", di difficile etimologia, ma originariamente dispregiativo, che significa “stravagante", “irregolare”, “bizzarro”, inizialmente fu attribuito alle opere architettoniche del Seicento e poi esteso a significare un'intera civiltà. Nelle arti, come pure nella all'equilibrio e all'armonia che erano stati propri del classicismo rinascimentale, per inseguire lo stupore e la meraviglia.

Nel Seicento del barocco si consumò la dissoluzione dei tradizionali generi letterari quali erano stati fissati dal Rinascimento: in particolare, si esaurì il petrarchismo e i poeti adottarono un lessico più vario e ricco, anche se meno elegante e raffinato, più adatto comunque a rendere la varietà delle situazioni e degli stati d'animo. I nobili del periodo barocco avevano uno stile di vita sfarzoso e tendente all'esagerazione e all'eleganza. Famosi sono i banchetti importati dove i nobili spendevano i loro averi per organizzare cene al limite della prodigalità.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017