Video appunto: Galilei, Galileo – Scritti scientifici

Galilei – scritti scientifici



1610: Sidereus nuncius (Messaggero celeste), dedicato ai Medici. Parlava del cannocchiale e le sue scoperte astronomiche, il cui oggetto era trattare della nuova dimensione dell’universo e del superamento della distinzione tra corpi terrestri e corpi celesti, della galassia è un insieme di innumerevoli stelle, dell’esistenza dei satelliti di Giove (che confermava il modello tolemaico), della superficie non liscia della Luna.
Questa opera fu scritta in latino

1613-15: le “lettere copernicane” (private ma ampiamente diffuse); (indirizzate a Benedetto Castelli, Monsignor Dini e Madama Cristina di Lorena), che parlava del rapporto tra scienza e fede.

1623: Il saggiatore, riguardante la questione su come erano fatte le comete. Grassi diceva che le comete erano corpi celesti con orbita circolare, mentre galileo diceva che era solo un effetto provocato dallla rifrazione della luce dovuta ai raggi solari (anche se aveva più ragione Grassi che Galileo, ma l’importante di questa opera è il modo in cui smonta le idee di Grassi)

1632: Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo tolemaico e copernicano, messo poi all’Indice dei Libri Proibiti. Era un discorso tra tre interlocutori : Salviati (portavoce dell’autore, è pronto al confronto di idee ed è pronto a riconoscere i suoi errori), Sagredo (ha il ruolo di moderatore, ma sta dalla parte di Salviagi) e Simplicio (rappresenta le idee della tradizione e l’attaccamento alle idee di Aristotele; quando non sa rispondere dice “ipse dixit” ovvero “è vero perché ”) che si svolge in quattro giornate. Usa una forma dialogica per coinvolgere maggiormente il lettore; si capisce che Galileo sta dalla parte del sistema copernicano e non tolemaico anche se non è espressa esplicitamente. Il libro su messo all’Indice dei libri proibiti

1638: Discorsi e dimostrazioni matematiche, pubblicato in Olanda poiché l’Inquisizione aveva proibito i suoi scritti. Questo spiega l’importanza del punto di vista scientifico negli studi della statistica e della dinamica, estendendo la matematica all’esperienza fisica