Erectus 2101 punti

Durante il Quattrocento si afferma il razionalismo(ovvero una corrente filosofico intellettuale che si fonda sull’utilizzo della ragione alla base delle azioni umane) sia in ambiti pratici come i commerci, sia per quanto riguarda la cultura attraverso atteggiamenti di tipo culturale. Il razionalismo si riscontra anche nello studio dei classici, tanto che nasce un’apposita disciplina: la filologia, materia che permette la corretta interpretazione e la valutazione di testi e documenti appartenenti alle varie epoche. L’applicazione del razionalismo si riscontra anche nell’impiego della prospettiva. Il razionalismo tende inoltre ad avere una visione completa della cultura umanistica e a dimostrare la capacità dell’uomo di imporsi sulla natura. L’atteggiamento umanistico che prevale nel periodo ricopre vari settori, tra cui le scienze umane, quelle naturali e causa la rapida diffusione di tendenze mistiche quali l’alchimia, l’astrologia e la magia ; che riscontrano interesse nei ceti più alti della società. Queste discipline nonostante richiamino al mondo e alla cultura medievale sono il presupposto che porterà a sviluppare le scienze moderne. Lo spazio, considerato “teocentrico” perde la sua importanza con l’invenzione della prospettiva, la natura non viene più interpretata simbolicamente ma secondo la reale apparenza. Il mondo medievale era concepito infatti secondo due dimensioni opposte, solitamente a carattere simbolo- religioso. In questo ambito la prospettiva permette all’uomo di avere una visione realistica del mondo , infatti alla gerarchia divina va unito un criterio ordinatore, la prospettiva, che permette di interpretare razionalmente gli avvenimenti.

Fra le varie innovazioni del Quattrocento vi è anche quella del tempo, si verifica infatti che per la prima volta nella storia si acquista una “coscienza storica” che tende a far considerare il passato come un epoca lontana e irriproponibile. L’umanista è quindi cosciente della differenza tra età classica, Medioevo e umanesimo. Il tempo non viene percepito solo come periodo storico, ma anche come tempo quotidiano, ciò si rifà al senso cristiano delle vita, incarnato sia da Lorenzo il magnifico che da Girolamo Savonarola.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità