Ominide 4479 punti

Si studiò molto la "filologia" che nasce nell'umanesimo e prosegue nel rinascimento. Raggiunge l'apice soprattutto con gli studi di Lorenzo Valla. Questa è lo studio delle varie parole che compongono le frasi poichè il ritorno a Platone ed Aristotele venne fatto cercando di studiare letteralmente le loro opere.
-A livello culturale: prima dell'umanesimo,periodo feudale,esisteva un forte teocentrismo. Dio era al centro di tutto. Quindi si pensava che la ricchezza allontanasse da Dio. A questa mentalità teocentrica si sostituisce l'antropocentrismo quindi l'uomo diventa il centro di tutto. Questo perché era cambiata l'economia e il denaro non era stato più visto in maniera demonizzante,come un peccato,ma come un opportunità.
-Laicizzazione della cultura: a livello politico vi è la fioritura delle monarchie europee.
-Nella prima parte,Umanesimo, ci fu forte ritorno a Platone poichè c'era ancora il retaggio del medioevo e quindi del clero che stava nella cultura.
-Nella seconda parte,Rinascimento,diventò molto più attinente lo studio di Aristotele poichè nel rinascimento rinacque l'impulso per la matematica e le scienze.Richiedevano un tipo di istruzione più pratica rispetto a quella teologica del medioevo. Per questo motivo ci fu un ritorno ai classici,soprattutto a Platone ed Aristotele.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email