Genius 32611 punti

Vita ed Opere di Sannazaro


Nato a Napoli nel 1457, Sannazaro vive nel pieno del travagliato passaggio dalla dinastia aragonese alla dominazione castigliana (1501) e riflette alla perfezione, nella sua personale esperienza, la progressiva dissociazione tra attività letteraria e militanza politico-intellettuale che caratterizza questa fase della cultura napoletana. Precoce è il suo impegno nella letteratura volgare, fin dagli anni Ottanta del Quattrocento, e costante l’applicazione nella produzione in latino. Un tratto unificante, pur nella diversità della scrittura in volgare e in latino, è rappresentato dalla viva percezione della fragilità umana e della fugacità dell’esistenza, minacciata dalla presenza costante della morte. Sannazaro muore a Napoli nel 1530. L’Arcadia, un’opera poetico-narrativa di ambientazione pastorale, composta in volgare e in forma di prosimetro (misto di versi e prosa), è l’opera maggiore di Sannazaro, e costituisce il capostipite del genere nella tradizione letteraria europea. Nella sua forma definitiva, l’opera è aperta da un prologo e articolata in dodici prose, premesse ad altrettante egloghe di varia forma metrica; è quindi conclusa da un congedo. Dal punto di vista narrativo, la trama racconta la vicenda del poeta che, abbandonata Napoli in seguito a una delusione amorosa, si rifugia in Arcadia (regione della Grecia) assumendo il nome di Sincero e vivendo alla maniera dei pastori-poeti, dediti al pascolo e al canto accompagnato dal flauto. Dopo un sogno angoscioso, Sincero decide di tornare in patria; una volta rientrato a Napoli, apprende della morte della fanciulla amata. Dietro questa trasfigurazione allegorica si nasconde il personale itinerario umano e culturale compiuto da Sannazaro stesso. Fonte principale del genere pastorale sono le Bucoliche di Virgilio, archetipo classico di cui Sannazaro fu uno dei massimi cultori. L’inusuale (per il periodo) struttura prosimetrica è ispirata dalla Vita nova dantesca e, soprattutto, dalla Commedia delle ninfe Fiorentine di Boccaccio, mentre sul Filocolo sono modellate le sezioni prosastiche dell’Arcadia. L’opera spazia tra fonti classiche ricercate e fonti moderne: Sannazaro affidò alla ricerca stilistica gran parte del suo impegno letterario, sia nelle prose sia nelle parti in poesia.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email