L'ermetismo si sviluppa negli anni 30 e coinvolge solo la poesia.
Ha due caratteristiche che contraddistinguono questa poesia:
- Il verso libero
- Il contenuto; questo, infatti, lascia spaio all'aspetto spirituale e interiore.
Il centro principale di diffusione è Firenze in quanto:
- Firenze è sede di diverse case editrici
- Nel Caffè si riuniscono le Giubbe Rosse, ossia gli intellettuali più importanti del momento; Firenze è dunque centro di discussioni culturali.
La prima definizione di Ermetismo compare nel 1936 quando viene pubblicato un saggio intitolato " Letteratura come vita ".
In questo saggio si sostiene che la letteratura non deve assumere la funzione di passatempo, ma deve divenire l'occupazione principale della vita dell'autore.
Si passa così a una visione del tutto più radicale.
Per gli ermetici la poesia coincide con la vita interiore, non solo con la vita esteriore: la letteratura diviene man mano un modo per conoscere se stessi ed interpretarsi autonomamente.

Lo scopo della letteratura è dunque il raggiungimento dell'essenza dell'essere umano e la ricerca della verità all'interno dell'essere.
La poesia ermetica rifiuta la storia perché lo scopo è appunto quello di conoscere l'interno dell'individuo.
L'ermetismo coincide con il fascismo, che cerca di controllare tutte le forme di cultura.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email