La profezia di una apocalisse cosmica esercizi

5 Nell’ultima parte del brano è introdotta la parola “salute”. Con essa Svevo vuole spiegare che la possibilità di sfuggire alla malattia c’è, ma solo ritornando a un mondo primordiale, stabilito dopo una crisi definita come un’esplosione capace di distruggere tutto quello che è stato creato fino a quel momento.
La parola “salute” ci fa dunque supporre una sorta di previsione da parte dell’autore relativa a ciò che accadrà in seguito alla seconda Guerra Mondiale.

6 L’obiettivo di fondo nelle scelte sintattiche di Svevo consiste nel tramandare un messaggio definito e incisivo. Ciò è evidenziato da alcune sue peculiarità:
- Uso spesso allusivo del discorso in prima persona;
- I periodi sono brevi e concisi come fossero accuse prive di destinatario;

- Utilizzo di metafore che paragonano uomo e animale;
- Il linguaggio è medio e rientra nel campo semantico delle armi.

7 Nei primi quattro versi del testo l’autore introduce il concetto di malattia incurabile dell’uomo, parte essenziale della natura umana.
La causa dell’incurabilità l’attribuisce al fatto che essa sia innata nello stato dell’essere umano.

8 La differenza tra il brano “ La profezia di un’apocalisse cosmica” e il romanzo restante è riconducibile al fatto che in questo passo Svevo sembra trovare una conclusione definitiva, che appare come un riepilogo di tutto ciò che era stato accennato, ma mai palesato.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email