Tutor 42890 punti

parafrasi de Inverno a Roma

Inverno a Roma


I bambini che pensano negli occhi
hanno l' inverno, il lungo inverno. Soli
s' appoggiano ai ginocchi per vedere
dentro lo sguardo illuminarsi il sole.
Di là da sé, nel cielo, le bambine
ai fili luminosi della pioggia
si toccano i capelli, vanno sole
ridendo con le labbra screpolate.
Son passate nei secoli parole
d'amore e di pietà, ma le bambine
stringendo lo scialletto vanno sole
sole nel cielo e nella pioggia. Il tetto
gocciola sugli uccelli della gronda.

Parafrasi


I bambini che con il loro sguardo sembrano pensare,
hanno nel loro sguardo la stagione invernale, il lungo inverno (una stagione che mette malinconia)
Soli (in solitudine) si appoggiano ai loro ginocchi
per cercare e vedere la luce del sole che è illuminante.
Le bambine si toccano con le mani i capelli umidi a causa della pioggia (fili luminosi della pioggia), camminano da sole e mostrando le loro labbra screpolare ridono.
Le bambine che chiedono solo parole d'amore e pietà cammino sotto il cielo e la pioggia
stringendosi lo scialleto sulle spalle.
Dal tetto intanto scendono delle gocce di pioggia sopra gli uccelli che si trovano nella gronda.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email