Spanghy di Spanghy
Ominide 39 punti

La patente di Pirandello


Protagonisti:
- Giudice d’Andrea
- Rosario Chiarchiaro (jettatore)

Giudice d’Andrea:
Tende a comportarsi sempre bene/correttamente (Rettitudine).
Assume nei confronti di Chiarchiaro un comportamento paterno, di comprensione (come quello di un padre nei confronti di un figlio; da non confondere con il comportamento paternalistico, ovvero di chi finge di essere interessato a qualcuno come un padre, quando non lo è).
Non dorme la notte; nel corso della notte, appunto, guarda il cielo, riflettendo su come un singolo essere umano sia così piccolo in confronto al cosmo. Inoltre cerca di formare delle forme geometriche, per riordinare le stelle nel cielo e anche la sua mente. È la sua valvola di sfogo.
Si appisolava in ufficio.
Si distingue per la sua umanità.

Chiarchiaro:
Vuole che il suo “lavoro” di jettatore sia riconosciuto a livello legale, quindi fa causa ai due ragazzi per perderla apposta, affinché sia messo agli atti che è uno jettatore.

Rendendo “ufficiale” il suo lavoro di jettatore riuscirebbe ad ottenere una fonte di reddito, imponendo una tassa (la tassa della salute) perché se ne vada da un luogo, dove porterebbe sfortuna.
È stato cacciato dal suo vecchio e umile lavoro proprio a causa della sua fama di jettatore.

Spannung: giudice d’Andrea che abbraccia il Chiarchiaro. Strutturato sulla base del testo argomentativo.

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017