Ominide 1061 punti

Così è (se vi pare) - Luigi Pirandello

Il signor Ponza tiene relegata la moglie nella sua casa in periferia, perché la suocera (signora Frola) non possa vederla. Afferma che la moglie è la seconda moglie. Dice che la signora Frola sia pazza perché crede che la donna sia la figlia. La signora Frola invece pensa che il marito sia pazzo e per questo la figlia faccia finta di essere la seconda moglie del genero. Tutta la città si muove su questa faccenda. La mamma da sotto al balcone parla con la sua ipotetica figlia. Alla fine, per chiudere ogni dubbio, esce la donna; proprio sul palcoscenico esce completamente velata; nessuno può vedere la faccia di questa donna. Ella dice “Io sono colei che vi si crede”; indossa quindi una maschera a seconda di quello che gli altri vogliono vedere. In tal modo Pirandello porta sulla scena il suo relativismo assoluto. Quello che è vero per qualcuno non lo è per qualcun altro. Non c’è una verità assoluta, ma essa è soggettiva. Non si sa quindi chi sia veramente questa donna, l'opera non ci fa capire chi ha ragione e chi ha torto, ma sottolinea il fatto che nella vita tutto è relativo.
La personalità non esiste; siamo quello che gli altri pensano di noi.
Il teatro pirandelliano è rivoluzionario per la storia e i personaggi.
Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email