Io m’aggio posto in core di Jacopo da Lentini


Il motivo al centro del sonetto è il rapporto tra amor cortese e fede religiosa. Il poeta afferma di non voler andare in Paradiso senza essere sicuro di trovarvi anche la donna amata.
Nel componimento viene proposta la gerarchia tra la beatitudine celeste e la gioia dell’amore, ma a tutto vantaggio della seconda: l’allegria (il “solazzo”) e il divertimento (il “riso”) presenti nel cielo sono in realtà i caratteri di una felicità tutta terrena e di cui l’amore è parte integrante.
Dal sonetto traspare una visione terrena del Paradiso: l’allegria, la gioia e l’amore, presenti nella vita terrena, sarebbero anche i caratteri distintivi della felicità ultraterrena. Ma quest’ultima, per essere veramente tale, non potrà prescindere dalla presenza in Paradiso anche della donna amata dal poeta.
Gli elementi della tradizione cortese che si trovano nel sonetto sono le qualità che concorrono a determinare la bellezza della donna amata (“blonda testa”, “claro viso”, “bel portamento”) e la contemplazione della stessa (espressa attraverso i verbi “servire” e “godere”), che, però, qui assume toni personali, accenti più immediati ed una sfumatura quasi popolaresca.
Riassunto del componimento: Il poeta, nella prima quartina del componimento, esprime la sua volontà di servire Dio per guadagnarsi l’accesso al Paradiso, il santo luogo dove gioia, divertimento ed allegria sono sempre presenti. Ma, nella seconda quartina, l’autore ammette che non potrà godere completamente della felicità paradisiaca senza la donna da lui amata, che ha capelli biondi e carnagione chiara. Nelle due terzine conclusive egli precisa che il suo desiderio di rivedere in Paradiso la donna amata non nasce da passione terrena, bensì da un sentimento spirituale.
Per la metrica, il sonetto è formato da versi endecasillabi, disposti in rima secondo lo schema ABAB nelle due quartine e CDC, DCD nelle due terzine.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email