Ominide 49 punti

Il medioevo


Il termine "medioevo" venne utilizzato dagli umanisti e significa "età di mezzo". Essi volevano ricollegarsi al mondo classico scavalcando idealmente l'età di mezzo. Questo periodo ha una valutazione storica negativa perché nasce in una battaglia volta a valorizzare il "nuovo" mettendo in crisi il "vecchio". La storiografia più recente non è d'accordo con questa valutazione perché è vero che entra in crisi un vecchio mondo, ma ne nasce uno "nuovo" che pone le premesse dell'Europa moderna. Il periodo che va dal V al X secolo è un periodo determinato dalla crisi economica e culturale, dallo disfacimento e dalla disgregazione delle città che si spopolano, delle strade che si interrompono e dalle scuole che vengono abbandonate.
La lingua unitaria, caratterizzata dal latino, viene sostituita dal baratto.
Solo nel'800, quando Carlo Magno divenne imperatore, si ha una controtendenza positiva, ma, la era ripresa economica avvenne dopo i 1000. L'inizio del medioevo è caratterizzato dal crollo del'impero romano e dalle invasioni barbariche, perciò con la mescolanza delle culture e dei popoli, l'unica organizzazione unitaria era la chiesa. Il medioevo è diviso in due parti: Alto Medioevo (fino all'anno 1000) e Basso Medioevo (dopo l'anno 1000). Dopo il 1000 a caratterizzare il medioevo è il "feudalesimo" ovvero un sistema economico basato sull'allevamento e l'agricoltura, sociale basato sul rapporto che vinca il "vassallo" al signore e così via, politico che presuppone un'aristocrazia terriera basata sull'autosufficienza. In questo periodo la lingua parlata, che derivava dal latino, di era imbastardita fondendosi con le varie lingue germaniche. La distanza tra lingua parlata e lingua scritta aumenta; le varie lingue parlate erano chiamate "volgari" ovvero "del popolo". Il latino però rimaneva la lingua dei dotti, non solo come lingua della filosofia e della scienza ma anche come lingua letteraria. Per diversi secoli la cultura fu solo orale, solo nel Basso Medioevo il volgare diventa lingua scritta. Le varie lingue nazionali, in seguito vennero chiamate "romanze" essendo del popolo che originariamente era romano.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email