Cultura dell'età comunale


Umanesimo embrionale


- Nuova visione del mondo preordinato e provvidenziale : senso di dinamicità, cambiamento e potere umano: uomo arbitro delle sue scelte e attore principale della sua vita (non docile passivo)

- Cultura laica: realtà come oggetto d’osservazione e studio, uomo come scopritore e principale attore della realtà e quindi della cultura, a differenza della visione medievale, ove la realtà terrena è fonte di corruzione morale e spirituale (superamento del contemptus mundi)

- Diversa concezione della conoscenza: scoperta e acquisizione, non più trasmissione di un sapere già scritto e valido per sempre

- Cambiamento del principale organo detentore di cultura: la Chiesa, prima principale ostacolo del potere imperiale, attraversa una prima fase di grande corruzione morale (dalla morte di Federico II, nel vuoto di potere generatosi la Chiesa cerca di appropriarsi di Firenze e della Toscana con Bonifacio VIII) e poi una di decadenza progressiva, che spingerà il papato a spostarsi ad Avignone (cattività avignonese dal 1309 al 1377)

I generi letterari

Sud


Scuola siciliana:
- poesia d’amore
(Autori: G. Da Lentini, Pier delle Vigne…)

Nord


Diversi generi legati alla vita civile dinamica del comune (Firenze, Bologna, Milano, Torino…)
- Poesia civile: legata alla realtà conflittuale del comune
- Poesia d’amore: temi dell’amor cortese rivisitati attraverso la lettura della poesia siciliana e una reinvenzione toscana. Anche la poesia d’amore è influenzata dalla nuova condizione del cittadino comunale.

Il nuovo prototipo di intellettuale è il mercante / il borghese che ha avuto la possibilità di accedere ad una formazione culturale che gli ha permesso di
afferma l’idea della capacità di amare come gentilezza d’animo profondamente raffinata dalla cultura.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email