Ominide 1148 punti

Miguel de Cervantes

Vita

Miguel de Cervantes (Saavedra) nasce nel 1547 ad Alcalà de Henares, da una famiglia benestante. Egli trascorre la sua infanzia a Madrid, Cordova, e Siviglia, compiendo studi irregolari, in parte dai gesuiti. A 22 anni, poi egli viene in Italia, tra cui a Roma, Napoli ecc., dove si dedica agli studi, anche se egli sceglie la carriera militare, con la quale entra in contatto con la cultura, appassionandosene. Nel 1571 egli partecipa alla battaglia di Lepanto, contro i turchi, e poi ad altre battaglie contro i mori, per poi ritornare in Spagna nel 1575. La nave su cui viaggia, viene però attaccata dai corsari, e lui viene fatto prigioniero ad Algeri, dove vi rimane per 5 anni. Nel 1580, Miguel ritorna in Spagna e sposa Catalina de Salazar, diventando il commissario per la fornitura di viveri della flotta spagnola. Nel 1586 si trasferisce poi a Siviglia ma viene nuovamente imprigionato, essendo accusato di irregolarità nel suo lavoro, ma dopo esser stato scagionato si trasferisce a Madrid, dove muore nel 1616.

Opere

La carriera di Cervantes inizia nel 1585, con la pubblicazione del romando “La Galatea”, ma il successo lo ottiene grazie a “Don Chisciotte” e in seguito con “Il viaggio nel Parnaso”, “Novelle esemplari” ecc.. Le Novelle esemplari sono 12, hanno tutte una morale, e hanno come tema principale l’amore, ma anche l’amicizia, l’onore, l’avventura, la pazzia ecc.
Dalle opere di Cervantes inoltre, traspare la sua sicurezza e la consapevolezza della novità della propria arte, come per esempio in una delle sue novelle esemplari, dove egli rivendica la sua originalità linguistica, creata con il suo ingegno, senza imitare nessuno.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email