Ominide 50 punti
Commento de “A Silvia”

Il poeta parla di una ragazza, Silvia, che in realtà si chiama Teresa Fattorini, Silvia è il simbolo dell’adolescenza di Leopardi che lui non ha mai potuto avere e gli dice che nei suoi occhi erano pieni di vivacità e di gioia. Per e sue stanze si sentiva il rumore del telaio e della fatata voce cantante di Silvia. Il poeta ripensa quando veniva la dolce primavera con i suoi profumi, lui trascorreva le sue giornate sui libri adorati e ogni tanto si appostava alla finestra guardando il meraviglioso paesaggio, il mare, l’erba e il dolce profumo dell'ebrezza e si rammaricava di non riuscire a descrivere la sua inebriante sensazione.
Hai bisogno di aiuto in Giacomo Leopardi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email