Ominide 32 punti
Questo appunto contiene un allegato
D'Annunzio, Gabriele - Vita, poetica e stile scaricato 47 volte

Gabriele D'Annunzio

Vita


Nacque nel 1863 a Pescara, il cognome fu ereditato da uno zio facoltoso. Fu il terzogenito di cinque figli.
Nel 1879 compose e pubblicò le sue prime liriche grazie al sostegno del padre. Conobbe Carducci. Escogitò un piano per attirare su di se l’attenzione: face pervenire alle redazioni dei principali giornali la notizia della sua morte improvvisa per una caduta da cavallo. Così fece aumentare l’interesse delle sue opere tanto da avere un grande successo di vendita. Si manifestava così per la prima volta l’attitudine dannunziana alla costruzione del proprio mito con il ricorso ai nuovi mezzi di comunicazione di massa. Frequentò la facoltà di lettere. A soli vent’anni si sposò e nacque il suo primo figlio. Ai salotti dell’alta società romana ebbe una relazione amorosa per la quale lasciò la moglie. Questa Barbara Leoni fu la sua musa ispiratrice per il primo romanzo “il piacere” che proiettò l’autore nell’olimpo letterario italiano. Nel 1891 scrisse “l’innocente” ispirate alla letteratura russa. Fece una crociera che si concluse a Venezia dove strinse una relazione amorosa con Eleonora Duse. Nel 1897 si candidò come deputato della destra. Quest’ultima relazione intanto si consolidava. Comprò a Settignano la “capponcina” dove si trasferì per essere più vicino all’attrice.
Partecipò alla Grande Guerra, rimase ferito all’occhio destro tanto da farlo rimanere a riposo nella sua casa a Venezia (1916), scrisse qui il “notturno”. Morì nel 1938.

In allegato viene presentato un file sulla vita, le opere e lo stile letterario di Gabriele D'Annuzio.

Hai bisogno di aiuto in Gabriele D'Annunzio?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità