Letteratura in Inghilterra


William Shakespeare si può considerare il massimo rappresentante della letteratura teatrale moderna, la cui grandezza è cresciuta nel tempo. La sua storia, insieme con quella degli autori del cosiddetto teatro elisabettiano, è strettamente legata alla vicenda dei teatri costruiti a Londra negli ultimi decenni del secolo XVI, che vi darà la sua fondamentale presenza come attore e come drammaturgo. La straordinaria abilità nella composizione teatrale si è rivelata sia nel campo della commedia sia nel campo della tragedia, sino a fondere l'elemento tragico e quello comico nella dimensione del grottesco, giungendo ad una mescolanza degli stili che piacerà ai romantici del primo Ottocento, insieme con l'amore per la storia e il rifiuto della mitologia e delle regole aristoteliche. La sua produzione è contraddistinta da una libertà di forme e di modi ispirata dai più diversi momenti e soggetti, dalla storia (ad esempio Riccardo III), dalla letteratura precedente (nel caso di Romeo e Giulietta), dal patrimonio folklorico delle leggende all'invenzione di personaggi come quelli, nelle tragedie omonime, di Macbeth e di Amleto. Abile nel fare agire sulla scena un grande numero di personaggi, ha dato vita al tempo stesso all'individualità di indimenticabili personaggi, mossi da passioni eccezionali, forti e profonde. Così, insieme alla capacità di dare espressione ai più nobili affetti, ha saputo mostrare l'orrore della perfidia e del male, suscitando le terribili immagini che nascono dalla crudeltà e dal delitto, con i fantasmi nati dei sogni premonitori e dei sensi di colpa.
Hai bisogno di aiuto in Ludovico Ariosto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email