Ominide 1796 punti

Suoni contrastivi e complementari

La differenza tra gli allofoni e i fonemi si riscontra nella differenza tra i suoni contrastivi e non, i suoni contrastivi sono un fonema, il fonema è una suono che può cambiare il senso di una parola all'interno di un determinata lingua. I suoni non contrastivi e che non producono cambiamento nel senso si chiamano allofoni. Gli allofoni hanno una natura fonetica, non fonologica, sono infatti varianti di un fonema.
In italiano il suono "S" e "Z" sono suoni contrastivi, si può quindi affermare che il suono "S" e "Z" sono fonemi in italiano, mentre suono senza e con nasalisazzione non producono variazione in italiano, sono allofoni.
In coreano "S" e "Z" sono allofoni, quindi pronunciare uno dei due suoni non cambia il significato della parola. I fonemi creano distribuzione contrastiva che cambia il senso, allofoni creano distribuzione complementare. Ci sono contesti in cui due suoni foneticamente simili, si trovano nello stesso contesto ma non producono parole con significato diverso. Esempio parola "pane" incomincia con suono "P", suono bilabiale sordo occlusivo. In alcune lingue del mondo suono occlusivi creano aspirazione quando si trovano in posizione iniziale, come in inglese parola "pen", però l'aspirazione non cambia il senso della parola. Il parlante non nativo dell'italiano, che pronuncerebbe la parola pane con l'aspirazione non ne cambierebbe il significato.
Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email