Ominide 11269 punti

Figure di parola e di pensiero: le parole vengono disposte nel verso con una tecnica particolare producendo degli effetti speciali.
Allitterazione: ripete gli stessi suoni all'inizio di più parole poste vicine. Es: di me medesimo meco mi vergogno
Anadiplosi: ripetere la parola per rafforzare l'idea che si vuole esprimere
Anafora: ripetizione di una o più parole all'inizio di versi/strofe/frasi consecutive
Anastrofe: inversione dell'ordine normale delle parole
Antitesi: coppia di sostantivi o verbi dal significato opposto. Es: Pace non trovo et non ò da far guerra
Asindeto/Polisindeto: uso ripetuto della virgola/nessun uso della virgola e uso di "e"
Chiasmo: disporre le parole a forma di X. Es: uno per tutti, tutti per uno
Ipàllage: attribuire a qualcosa/qualcuno una caratteristica che si riferisce a una parola vicina. Es: le mura dell'alta Roma (=le mura sono alte, non Roma)

Ironia: dire il contrario di ciò che si pensa
Onomatopea: parola che riproduce un suono. Es: il clap clap di un applauso, un palloncino che fa Boom! quando scoppia, il miao del gatto
Ossimoro: accostare due parole di significato opposto. Es: dolce amarezza, un silenzio assordante
Paronomasia: accostare due termini simile nel suono ma di diverso significato. Es: dalle stelle alla stalle, capire fischi per fiaschi
Poliptoto: riprendere in frasi successive la stessa parola, cambiando il genere e il numero. Es: ricòrdati di ricordarmi di ricordare...

• figure di sentimento: l'intensità dello stato d’animo poetico viene posto in rilievo modificando un suono o trasformando la struttura del verso.
Apostrofe: interrompere la narrazione per rivolgersi a qualcuno, anche invocazione e maledizione. Es: Ahi serva Italia di dolore ostello

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove