Ominide 15556 punti

Tipi di lavorazione


Vari tipi di lavorazione sono:
Le lavorazioni straordinarie sono il dissodamento e lo scasso. Il dissodamento viene eseguito congiuntamente al decespugliamento e allo spietramento con lo scopo di mettere a coltura terreni incolti. Il dissodamento consiste in una lavorazione profonda, tra 60 e 80cm, eseguita con aratro da scasso o con ripuntatori. Lo scasso è una lavorazione altrettanto profonda, ma eseguita saltuariamente, prima dell’impianto di colture arboree da frutto. L’aratro da scasso è stato sostituito da un ripuntatore profondo, a cui viene fatto seguire un aratro più leggero.
Le lavorazioni preparatorie si suddividono in lavorazioni primarie e secondarie(principali e complementari). Le lavorazioni primarie sono l’aratura, la ripuntatura, la vangatura e, in alcuni casi, la fresatura. Le lavorazioni primarie operano la di scissura, il rivoltamento e il rimescolamento della parte superiore del suolo, ma creano talvolta una zollosità eccessiva. Inoltre, servono a interrare fertilizzanti organici e i residui della coltura precedente. Tuttavia, non sono sufficienti a creare un idoneo letto di semina, per cui successivamente si eseguono lavorazioni secondarie come l’estirpatura, l’erpicatura, la zappatura e la rullatura. In base alla profondità di esecuzione, possono essere superficiali (profondità inferiore a 20 cm), intermedie (tra 20 e 40 cm) o profonde (superiori a 40 cm).
Le lavorazioni di coltivazione (o colturali) sono eseguite quando sono presenti le colture, dopo la semina, al fine di controllare le erbe infestanti, interrare concimi, rompere la crosta superficiale del suolo. Esempi sono: la rullatura, la sarchiatura e la rincalzatura.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email