Ominide 15555 punti

Le sistemazioni dei terreni in piano


Appunto di produzioni vegetali per l’istituto agrario. Contiene una breve descrizione delle sistemazioni in piano in particolare quelle a larghe o alla ferrarese.
Le sistemazioni dei terreni in piano o in pianura sono caratterizzate dalla rete scolante e da altri elementi come i campi (appezzamenti delimitati dalle scoline), la baulatura (la convessità centrale che rende il campo spiovente al fine di favorire il deflusso dell’acqua in eccesso verso le scoline e si ottiene con arature a colmare), le capezzagne (presenti alle testate dei campi e servono alla manovra delle macchine, a volte possono servire anche come invasi temporanei ( es. le scoline) e le alberature. La sistemazione in piano più usata è la sistemazioni a larghe (o alla ferrarese) presenti nelle aree di recente bonifica, recentemente si è diffusa anche in molte zone agricole italiane perché è abbastanza efficiente dal punto di vista idraulico e adatta alla meccanizzazione di tutte le operazioni colturali essendo caratterizzata dall’assenza di alberature e da campi molto ampi. Le sistemazioni dei terreni in pendio o di collina sono caratterizzate da terreni con pendenza superiore al 5% e sono finalizzate a limitare l’erosione (fenomeno negativo) e a favorire l’infiltrazione dell’acqua al fine di ricostruire le riserve idriche del suolo. Queste sistemazioni si suddividono in permanenti (il ritocchino, il terrazzamento, il ciclionamento, i ripiani raccordati, il girapoggio, il cavalcapoggio e le sistemazioni di collina (lunette) e temporanee (la sistemazione a onde e i fossi acquai).
Frana è lo scorrimento degli strati superficiali del terreno sugli strati sottostanti (spesso argillosi e poco compatti) ed è legata ad infiltrazione e stratificazione nel terreno. La conseguenza della frana è lo sconvolgimento superficiale del terreno, la diminuzione di fertilità, le devastazioni delle colture e i danni a scoline (sono fosse di prima raccolta che scaricano l’acqua in fosse di seconda raccolta i capofossi, cioè raccolgono sia l’acqua in eccesso superficiale sia quella sotto-superficiale), strade ect.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email