Corra96 di Corra96
Habilis 3571 punti

La cura del piede bovino

La cura del piede bovino è una pratica che deve essere eseguita regolarmente, perché la mancanza di essa può portare a seri problemi che si possono poi ripercuotere su altri organi e sulla produttività stessa dell’animale in questione.
Spesso accade che il piede di un bovino non si presenti equilibrato nella sua forma, in particolare in uno stesso piede può succedere che un’unghia sia più sviluppata dell’altra (quella esterna più di quella interna o viceversa) .
Il piede va controllato principalmente in due momenti:
• Prima della messa in asciutta.
• Nel caso in cui la vacca sia evidentemente zoppa.
Quando c’è un piede in condizioni di non normalità si procede al taglio e al pareggiamento degli unghioni, in modo da lasciare una lunghezza di circa 7,5 cm. Questo pareggiamento viene effettuato perché se un unghione si sviluppa maggiormente rispetto all’altro il peso si ripartisce non in modo corretto e si possono manifestare zoppia o altre lesioni. Se queste lesioni non sono curate entro 2 giorni la vacca può subire un calo di produzione del 3% annuo. Lesioni non curate in tempo possono provocare delle ulcere al piede.

Le patologie si dividono in:
• Metaboliche, che si risolvono e prevengono con attenzione all’alimentazione, livelli di umidità ridotti, periodiche disinfezioni.
• Infettive
Alcune delle principali patologie metaboliche sono:

 Dermatite interdigitale, infettiva e provoca l’erosione del corpo del tallone. Si cura con bagni ai piedi con formalina.
 Laminite, malattia in cui si deformano gli zoccoli, è causata dalla presenza di sostanze tossiche nel sangue. E’ data da un brusco cambio nell’alimentazione del bovino.
 Dermatite digitale, malattia che colpisce la pelle al confine delle unghie, è causata da batteri.
 Altre malattie che interessano il tessuto molle interdigitale, vanno curate in poche ore.
La cura della zoppia avviene alzando l’unghione interno a cui si fissa una suola con della resina apposita. Occorre raffreddare la resina perché si crea una reazione fortemente esotermica, che potrebbe danneggiare il tessuto dell’unghia.

Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email