Ominide 14595 punti

L'apparato urinario dell'animale


L’apparato urinario è formato da due organi ghiandolari, i reni e dalle vie urinarie. Ciascun rene è avvolto dalla capsula adiposa. Hanno una forma di fagiolo appiattito e il loro margine mediale presenta una incavatura, l’ilo, dalla quale emerge l’uretere accompagnato dai vasi e dai nervi renali. Il rene destro è di solito spostato più cranialmente rispetto al sinistro. I reni sono rivestiti da una capsula fibrosa che esternamente aderisce a quella adiposa. Si individuano due zone, una periferica e una interna. La prima, che costituisce la corticale del rene, presenta colore bruno-rossastro e aspetto granuloso, mentre la seconda, che circonda il seno renale e costituisce la midollare è più chiara, si compone di un (piramidi renali), (papilla renale).
Il rene è formato da unità morfo-funzionali dette nefroni, e da un insieme di canali collettori. Il nefrone è una entità, costituita dal corpuscolo renale seguito da un lungo tubo comprendente più tratti: il tubo contorto prossimale, il tubo retto prossimale, l’ansa del nefrone o di Henle, il tubo retto distale e il tubo contorto distale che sbocca in un tubulo collettore.
Il corpuscolo renale, localizzato a diverse altezze nella corticale è, costituito da un glomerulo arterioso e da una capsula a doppia parete (capsula di Bowmann). Il glomerulo arterioso è una rete, formata da capillari fenetrati, intercalati tra una arteria afferente e una arteria efferente. La capsula di Bowmann è costituita da un foglietto viscerale e da un foglietto parietale che si continuano l’un l’altro in corrispondenza del polo vascolare del corpuscolo. Il foglietto viscerale è in intimo contatto con l’endotelio dei capillari glomerulari, mentre quello parietale si continua al polo urinifero, opposto a quello vascolare, nel tubulo contorto prossimale. In tal modo, lo spazio fessuri forme delimitato dai due foglietti viene in comunicazione con il lume del tratto tubulare del nefrone.
Nel foglietto viscerale, le fessure di filtrazione, attraverso le quali le sostanze plasmatiche passano dai capillari all’interno della capsula. Nel tubulo contorto prossimale, che origina dal polo urinifero del corpuscolo, cellule provviste di lunghi microvilli, che aumentano la superficie assorbente. Nella restante parte del tratto discendente nell’ansa di Henle e nella prima parte del tratto ascendente il diametro del tubulo diminuisce e le cellule dell’epitelio sono piatte e povere di organuli. I canali collettori, nei quali aboccano i tubuli contorti distali, provvedono a trasportare l’urina, secreta dai nefroni, nel bacinetto. Localizzati nei raggi midollari, i collettori scorrono poi nelle piramidi, convergono all’apice di queste nei dotti papillari che si aprono nell’area cribrosa delle papille.
Inserisci qui il titolo dell'appunto
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Apparato genitale maschile dell'animale