Concezione di dio secondo il politeismo e il monoteismo (Hume)

Questo appunto si riferisce al corso di Filosofia teoretica tenuto dal professor Franco Restaino. In Storia naturale della religione, Hume osserva che nella concezione politeistica gli dei non erano considerati creatori del mondo. Secondo Platone, ad esempio, il Demiurgo non avrebbe creato, bensì plasmato la materia. La tesi della mitologia tradizionale è quella della generazione naturale del mondo. L'antropomorfizzazione di dio è un fatto comune a tutte le religioni. Punto in comune tra politeismo e monoteismo è che gli dei o il dio hanno un potere invisibile e intelligente, e sono in possesso di un'intelligenza uguale ma superiore a quella umana, perché dotati di immortalità.

  • Esame di Filosofia teoretica docente Prof. F. Restaino
  • Università: Tor Vergata - Uniroma2
  • CdL: Corso di laurea in lettere
  • SSD:
I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia teoretica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Restaino Franco.

Altri contenuti per Filosofia teoretica

Altri contenuti per Lettere

 

Concetto antropologico di cultura


· Tor Vergata - Uniroma2
Gratis
 
Gratis
 

Antropologia del nome


· Tor Vergata - Uniroma2
Gratis
 

Simboli, valori e pratiche del vino


· Tor Vergata - Uniroma2
Gratis
Trova ripetizioni online e lezioni private