Appunti di Introduzione alla letteratura comparata, prof. Sinopoli, A.A. 2015/16

Appunti completi dell'intero corso di Introduzione alla letteratura comparata della professoressa Sinopoli, A.A. 2015/2016. Gli argomenti trattati sono i seguenti: Nozione di “testo” e di “testo letterario”; Ermeneutica semiotica di Cesare Segre; Nozioni orientative di analisi del testo letterario (generi poetici e generi narrativi); Ripresa delle nozioni orientative di analisi del testo letterario (focalizzazione, autore e lettore); Testo e intertestualità (principi generali); Lo studio tematologico (con riferimento al capitolo del manuale in programma); Il concetto di “intertestualità” in Kristeva; Il concetto di “polifonia” in Bachtin; Il concetto di “ipogramma” in De Saussure; Il concetto di “lettura intertestuale” in Riffaterre; Il concetto di “palinsesto” in Genette; Genette: la transtestualità come intertestualità e trascendenza testuale del testo; La narratologia francese e il superamento del formalismo russo; Dalla letteratura come sistema in sé concluso alla letteratura come campo di relazioni storicamente attive tra i testi; Le 5 tipologie di relazione testuale; La relazione di ipertestualità e lo studio dei miti (trasformazione diretta); P. Brunel: l’esempio del mito di Don Giovanni (struttura ed evoluzione); Il mito e il genere letterario; Definizione del “genere letterario”: “genere” e “genere letterario” (B. Varchi); Varie teorie del genere letterario: dalla Poetica di Aristotele, al Rinascimento, al Romanticismo, al Novecento: Todorov, Genette; Ripresa sul “genere letterario” (riferimenti a Jauss, Gadamer, Eco); Il concetto di “classico” (riferimento al volumetto in programma); Classico in E.R. Curtius, T.S. Eliot; Il concetto di “canone” e di “classico” in Harold Bloom; I tre caratteri del testo canonico; L’intercanonicità; L’angoscia dell’influenza (lo scrittore e il suo modello); La modalità di lettura in “solitudine”; Esempi da “Il canone occidentale” di Bloom; Il mito letterario; Miti classici e miti moderni; Corpus dei testi su “Fedra”: struttura del corpus; Fonti classiche: Euripide, Ovidio, Seneca; Fonti moderne: Racine, D’Annunzio, Yourcenar; Ovidio, Eroides, lettera di Fedra ad Ippolito (dalle Eroidi); Fedra nel teatro latino: Seneca;Mutazioni del personaggio; Mutazioni di intreccio; Mutazione dell’apertura e del finale; Conclusione analisi della Fedra di Seneca; Introduzione a Jean Racine; La Fedra di Racine; Mutazioni dei personaggi; Nuovi personaggi; Mutazioni di intreccio; Mutazione dell’apertura e del finale; Fedra di Racine; Contesto storico e autore; Confronto con le fonti classiche; Lettura e analisi del testo della tragedia; La Fedra di Gabriele d’Annunzio; Contesto e analisi della struttura generale del testo; Lettura e commento su alcune parti della Fedra di d’Annunzio; Confronto con le fonti classiche e moderne; I personaggi; Il libretto e la musica di I. Pizzetti; D’Annunzio e “Fedra” (episodio di Capanèo ed Evadne); Yourcenar e “Fedra”; Analisi di Medea (fonti classiche: Euripide, Seneca); Analisi di Medea (fonti moderne).

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher giovyviv94 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Introduzione alla letteratura comparata e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Sinopoli Franca.
Compra 7.99 €

Media: 4 su 2 valutazioni

  • 3
  • 19-01-2016
Pagine totali: 22
 
di 22
 
+ -
 
>
Appunti di Introduzione alla letteratura comparata, prof. Sinopoli, A.A. 2015/16
Trova ripetizioni online e lezioni private