Che materia stai cercando?

Test emostasi

Appunti di Metodologia Clinica della prof.ssa Abbate sul Test emostasi: Definizione di sindromi emorragiche , Definizione di sindromi trombotiche arteriose e venose, Controllo della terapia antitrombotica, Definizione di sindromi emorragiche, Tempo di sanguinamento allungato.

Esame di Metodologia Clinica docente Prof. R. Abbate

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

INR Equation ISI

Patient’s PT in Seconds

( )

INR = Mean Normal PT in Seconds

INR = International Normalized Ratio

ISI = International Sensitivity Index Centro Trombosi Firenze

How Different Thromboplastins

Influence the PT Ratio and INR

Patient’s Mean

Thromboplastin PT PTR ISI INR

Normal

Reagent (Seconds) (Seconds)

16

A 12 1.3

18

B 12 1.5

21

C 13 1.6

24

D 11 2.2

E 38 14.5 2.6 Centro Trombosi Firenze

How Different Thromboplastins

Influence the PT Ratio and INR

Patient’s Mean

Thromboplastin PT PTR ISI INR

Normal

reagent (Seconds) (Seconds)

16

A 12 1.3 3.2 2.6

18

B 12 1.5 2.4 2.6

21

C 13 1.6 2.0 2.6

24 11 2.2 1.2 2.6

D

E 38 14.5 2.6 1.0 2.6

Centro Trombosi Firenze

TEST PER LO STUDIO DELL’ATTIVITA’

FIBRINOLITICA NELLA PRATICA CLINICA

• PAZIENTE EMORRAGICO:

tempo di lisi delle euglobuline

Alfa 2 antiplasmina

VASCULAR LESION BENEFICIAL

ACTIVATION

PATHOLOGICAL

ACTIVATION HEMOSTASIS

Coagulo-lytic Equilibrium

PROTECTS FROM PROTECTS FROM

THROMBOSIS HEMORRHAGE

BLOOD-ENDOTHELIUM-TISSUES-

SUBENDOTHELIUM Clin Med Cardio, Fi

Amiral,1996 Danno

XII

XIIa

XI IX Tromboplastina

XIa tissutale

IXa +

+ VII

VIII

+

Ca X

AT Xa

+ Fibrinogeno

V

+

Ca Fibrina

Protrombina Trombina

Fibrinolisi Danno

XII

XIIa

XI IX Tromboplastina

XIa tissutale

IXa +

+ VII

VIII

+

Ca X

PC-PS Xa

+ Fibrinogeno

V

+

Ca Fibrina

Protrombina Trombina

Fibrinolisi

VALUTAZIONE DEGLI INIBITORI

FISIOLOGICI DELLA COAGULAZIONE

• Metodi immunologici e funzionali

• Variazione fisiologiche ( gravidanza)

• Influenze farmacologiche

estroprogestinici,

(es: antivitamine k )

Via intrinseca Via estrinseca

XII lesione

Superficie di XIIa

XI

contatto IX

XIa TF

+

VIIa

IXa

Membrana delle +

VIII

piastrine X Membrana delle

Complesso piastrine

APCR protrombinasico Xa + PS

+ PS

Va Proteina C Va

Leiden Attivata

Trombina

Protrombina

Resistenza alla proteina C

attivata (RAPC)

• Aggiungendo APC al plasma umano

normale si determina un prolungamento

del tempo di coagulazione (per esempio

aPTT)

• In alcuni soggetti “trombofilici” tale

prolungamento non avviene, o è di

modesta entità Leiden

Fattore V (FVL)

• Mutazione del gene del FV con

sostituzione aminoacidica nella proteina

matura (Arg506Glc)

• Azione procoagulante intatta, perde

parzialmente la capacità di essere

inattivato dalla APC

• In oltre il 90% dei pazienti con RAPC,

FVL

l’anomalia è determinata dal

Leiden

Fattore V (FVL):

rilevanza clinica

• Prevalenza nella popolazione generale 3-

7% ; nei pazienti con trombosi 20-60%

• Rischio tromboembolico “meno grave”

rispetto a deficit di AT, PC, PS

• Tromboembolismo venoso, anche in sedi

inusuali (distretto mesenterico e cerebrale)

Mutazione G20210A della

protrombina

• Sostituzione G > A in posizione 20210

nella regione 3’ della protrombina

• Elevati livelli plasmatici di protrombina

(Fattore II)

• Prevalenza 2,3% nella popolazione

generale

• Aumento del rischio tromboembolico

stimato in circa 2,8 volte

(Poort et al, Blood, 1996; 88:3698-3703) s

Protein

aPL APC

TF Thrombin Protein C

PAI PGI 2 THROMBOMODULIN

EC

RICERCA DEGLI ANTICORPI

ANTIFOSFOLIPIDI NELLA

PRATICA CLINICA

• Lupus anticoagulant

• Anticorpi anticardiolipina

• Anticorpi antibeta 2 glicoproteina I

• NECESSARIO ESCLUDERE CONDIZIONI

INFIAMMATORIE E INFETTIVE e

• E’ OBBLIGATORIO CONFERMA DOPO

12 SETTIMANE

• Interferenza terapia anticoagulante

ANTIPHOSPHOLIPID

SYNDROME

Clinical Criteria

- Vascular Thrombosis (any site)

- Pregnancy Morbidity

Laboratory Criteria (> 2 occasions, 12 weeks

apart)

- LA (SSC/ISTH guidelines)

- IgG and/or IgM aCL, > 40 U or 99th %ile

β

- IgG and/or IgM aβ

2-GPI, > 99th %ile

Miyakis S et al, JTH 2006;4:295-306

HOMOCYSTEINE METABOLISM

Diet

Methionine

Tetrahydrofolate SAM

Methionine Synthase

5,10 CH3 Vit.B12 SAH

Tetrahydrofolate

MTHFR Transulfuration HOMOCYSTEINE

5 CH3

Tetrahydrofolate CBS

Remethylation Vit.B6

Cysteine


PAGINE

40

PESO

747.53 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Metodologia Clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Abbate Rosanna.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Metodologia clinica

Esame delle feci
Appunto
Metodologia Clinica - Programma
Appunto
La funzione dei reni
Appunto
L'Emostasi
Appunto